Quantcast

Le Aquile debuttano in Serie A1 nel migliore dei modi

Sab Volley Legnano – Foppapedretti Bergamo 3-0
(25-18, 25-14, 25-16)

SAB Volley Legnano: Degradi (11), Lussana (L), Pencova (11), Ogoms (6), Mingardi (19), Caracuta (1), Newcombe (12). A disposizione: Bartesaghi, Cumino, Martinelli, Cecchetto, Drews. Allenatore: Pistola

Foppapedretti Bergamo: Malagurski (12), Strunjak (1), Imperiali, Popovic (2), Marcon (4), Paggi (2), Cardullo (L), Boldini (1), Sylla, Acosta 10). A disposizione: Battisti, Malinov. Allenatore: Micoli

Arbitri: Florian e Curto.

 

Ottimo inizio per la Sab Volley che ha stracciato la Foppapedretti Bergamo con un secco 3 a 0, e i parziali parlano chiaro: le bergamasche non sono mai state in partita. Certamente ci hanno provato, ma la voglia e l’intensità del gioco delle giallonere hanno fermato sul nascere ogni tentativo di riscossa delle avversarie.

Sugli scudi oggi Camilla Mingardi, MVP di giornata, con 19 punti segnati. Molto bene anche la fase difensiva, altalenante e incerta all’inizio, ma poi superba e determinante nello scongiurare molti attacchi ospiti.

Ottimo inizio per la Sab Volley che ha stracciato la Foppapedretti Bergamo con un secco 3 a 0, e i parziali parlano chiaro: le bergamasche non sono mai state in partita. Certamente ci hanno provato, ma la voglia e l’intensità del gioco delle giallonere hanno fermato sul nascere ogni tentativo di riscossa delle avversarie.

Sugli scudi oggi Camilla Mingardi, MVP di giornata, con 19 punti segnati. Molto bene anche la fase difensiva, altalenante e incerta all’inizio, ma poi superba e determinante nello scongiurare molti attacchi ospiti.

Primo set (8-4) (16-12) (25-18)
Ottimo inizio per la Sab volley in questa nuova avventura in A1, con uno scoppiettante break di 4 punti a 0 contro le ospiti bergamasche, con ben tre punti siglati da Camilla Mingardi, l’eroina di casa, che ha poi concluso il set con un totale di otto punti e un ottimo contibuto al buon gioco delle ragazze di coach Pistola. Le Aquile giallonere si sono sempre mantenute in avanti rispetto alle avversarie di 3/4 punti, nonostante qualche errore in fase difensiva e un muro non proprio impeccabile. Ci sono voluti però pochi minuti per prendere le misure e fare le sistemazioni del caso, soprattutto sulla ricezione, che ha aiutato a concludere il set in scioltezza, senza mai lasciare alla Foppapedretti la reale possibilità di rientrare in gioco.

Secondo set (8-6) (16-10) (25-14)
Bergamo inizia il secondo set con carattere, andando inizialmente sul parziale di 4-1, ma le legnanesi non ci stanno, non vogliono deludere il proprio pubblico, non oggi, all’esordio in A1, così riescono a recuperare sul 6-6, poi è pura accademia. Le giallonere si portano in vantaggio grazie alla solita Mingardi, ma anche con vari punti di Degradi, Pencova e Caracuta, con alcuni ace, e volano inizialmente a più 5 (13-8), piu sul più 8, fino a demolire letteralmente le avversarie, nonostante i 6 punti di Malagurski, e chiudendo il set sul 25-14. Da sottolineare in fase di ricezione i salvataggi del libero Lussana e di Sonja Newcombe.

Terzo set (8-6) (16-9) (25-16)
A questo punto Bergamo ci prova, tira fuori le unghie e si porta leggermente in vantaggio, ma Legnano tiene testa, è un inizio di set giocato punto a punto, fino al 5-5, poi Legnano esce con rabbia e vola via, mantenendo poi sempre un vantaggio regolare di almeno 3 punti (10-7). La consapevolezza di stare facendo qualcosa di importante comunque aleggia nell’aria e le aquile vogliono chiudere questo esordio in bellezza. Ognuna a proprio modo mette lo zampino nell’esaltante finale di gara, concluso con 9 punti di vantaggio sulle avversarie, che hanno fatto davvero fatica a reggere il confronto.

Più informazioni su