Quantcast

Quale futuro per le Aquile?

Quale futuro per la Sab? Voci che circolano nell’ambiente parlano di problemi economici della società, nate dopo l’episodio dello sciopero delle giocatrici, con un incontro chiarificatore avvenuto fra queste e la dirigenza, e la cancellazione dell’amichevole di Brescia, che si sarebbe dovuta giocare il 16 novembre.

La società allora smentì tutto con un comunicato, ma il silenzio stampa imposto alle atlete non fece che alimentare i dubbi.

La partenza di Annie Drews non ha fatto altro che suscitare ulteriore curiosità riguardo lo stato delle cose in casa Sab: il motivo ufficiale, dichiarato dalla società, della rescissione del contratto dell’americana riguardava la sua voglia di giocare di più, legata al suo futuro in Nazionale, ma è facile fare 2+2 e tirare delle conclusioni.

Considerando poi che dall’8 al 31 gennaio sarà aperto il mercato, come mai la giocatrice ha scelto di fare in fretta le valigie e tornarsene a casa, negli Stati Uniti?

Stati Uniti che sono stati raggiunti da questi rumors, dato che due siti specializzati in volley (Volleywood e Volleymob) hanno pubblicato articoli in cui si parla chiaramente dei problemi economici della Sab.

Fino al momento dell’addio della Drews comunque il dubbio poteva rimanere: una giocatrice scontenta per le troppe panchine e il poco spazio trovato in campo è plausibile, non è stata la prima volta e non sarà l’ultima, tutti vogliono giocare, ma la rescissione del contratto di Sonja Newcombe dove trova la sua spiegazione?

Capitano della squadra, titolare fisso nel sestetto giallonero, non si può di certo dire che volesse giocare di più.

Ora non resta che attendere le prossime settimane, che potrebbero togliere ogni dubbio, in positivo od in negativo, sul futuro delle Aquile.

Più informazioni su