Quantcast

Legnano diventa la prima “City partner Fis” della Lombardia

Firmato il protocollo d'intesa tra la Città del Carroccio e la Federazione Italiana Scherma

Più informazioni su

LEGNANO – E’ stato firmato lunedì 5 febbraio a Palazzo Malinverni tra il Comune di Legnano e la Federazione Italiana Scherma un protocollo di intesa che fa diventare la Città del Carroccio la prima “City partner Fis” della Lombardia.

Con questo accordo, la cui durata è prevista fino al 30 giugno 2020 (ma estendibile fino al 2021), la FIS ed il Comune di Legnano intendono definire un rapporto di reciproca collaborazione per assicurare la promozione della scherma e lo svolgimento e l’ospitalità di eventi schermistici nella città lombarda.

La Federazione da parte sua si impegna, tra le altre cose, ad assegnare alla città di Legnano due eventi schermistici a livello nazionale da qui al 2020, oltre al tradizionale Trofeo Internazionale Carroccio di spada, giunto quest’anno alla 42^ edizione ed inserito nel circuito delle prove internazionali.

E’ un onore, per Legnano, essere la prima “City partner Fis” in Lombardia“, ha dichiarato il Sindaco di Legnano Gianbattista Fratus, “La collaborazione che il Comune tradizionalmente offre per il “Trofeo Carroccio” di spada si amplia e diventa più sistematica. Ringrazio i vertici nazionali e regionali della Federscherma, l’assessore allo Sport di Regione Lombardia, Antonio Rossi, e tutti coloro che hanno reso possibile l’accordo. In particolare il Club scherma Legnano che, fra l’altro, organizza il Trofeo Carroccio: avere in città una competizione di tale livello da 42 anni è indice di serietà.

Grazie all’accordo firmato questa sera“, ha proseguito Fratus, “cresce il numero di competizioni di alto livello organizzate in città e si allacciano legami nel ramo della comunicazione che porteranno vantaggi promozionali alla Federazione come al territorio, nel quale il mondo dello sport fa nascere nuove opportunità anche economiche, con aumento dell’indotto legato alle varie iniziative. Soprattutto, tanti giovani avranno più occasioni per accostare la scherma e, magari, per sperimentarla in prima persona. Un modo per incoraggiare la pratica di un’attività sportiva, rafforzare i valori che questa implica e diffondere uno stile di vita sano e dinamico. Investire nello sport significa avere la possibilità di investire di meno in servizi sociali.”

Più informazioni su