Sab Volley penalizzata di un punto

Alla multa da 2500€ per il caso Pistola si aggiunge 1 punto di penalizzazione, che complica la corsa salvezza delle Aquile

LEGNANO – Se la situazione della Sab era già critica dopo la sconfitta di Scandicci, con la contemporanea vittoria di Bergamo contro Pesaro, adesso possiamo affermare con certezza che la lama della ghigliottina sia partita, con il boia impersonato dal Tribunale Federale che ha appena confermato la richiesta del Giudice Federale in merito alla vicenda che vede protagonisti la Sab e Andrea Pistola, l’ex tecnico giallonero al quale la società non vorrebbe pagare le mensilità per le sue scelte tecniche, quindi alla multa si somma anche 1 punto di penalizzazione.

Questo il comunicato ufficiale: “Esaminati gli atti emerge chiaramente come gli incolpati non abbiano ottemperato nei modi e termini previsti alle obbligazioni assunte nei confronti almeno del tesserato Pistola; il fatto è poi ammesso e giustificato con un contenzioso che la società avrebbe iniziato per altri motivi con il tecnico

Come già chiarito dal Giudice di Lega nel proprio provvedimento – continua il comunicato – la società non ha rispettato le procedure previste dall’art. 2 punto 11 lettera j III del Regolamento ammissione campionati serie A1 e A2 femminile stagione 2017/2018 e pertanto il comportamento omissivo non può trovare alcuna giustificazione in tale sede. La condotta contestata implica la violazione dell’art. 99 lett. a del Reg. Giur. e comporta l’applicazione delle specifiche sanzioni che detta norma prevede

La mancata costituzione in giudizio e l’assoluta inerzia degli incolpati – prosegue – testimoniano della insussistenza di elementi giustificativi ed ostativi all’accertamento della loro colpevolezza che può dunque ritenersi pacifica. Ai fini della sanzione va comunque tenuto conto del grado di gravità dei fatti contestati e della consistenza delle obbligazioni disattese

Ecco dunque la pena che, oltre al punto di penalizzazione, prevede anche la sospensione per un mese del presidente Nebuloni:A carico del sodalizio Sab Volley ssdrl Legnano la penalizzazione di 1 (uno) punto nella classifica di Regular Season da scontare nella stagione sportiva 2017-2018. A carico del Presidente sig. Alfio Nebuloni la sospensione da ogni attività federale e da qualsiasi incarico di rappresentanza di Società di Lega per mesi 1 (uno)

Per quanto riguarda invece Alice Degradi, che il 20 gennaio denunciò il mancato pagamento di due mensilità, per un totale di 5000€, scadute alla data del 31 dicembre 2017, tutto sembra risolto: lo stesso comunicato del Tribunale Federale osserva che “La società (Sab Volley ssdrl Legnano, ndr) in data 24/01/2018 inviava allo stesso giudice copia del bonifico effettuato in favore dell’atleta“.

Quale scenario si prospetta ora per la Sab? Per quanto riguarda l’ammenda di 2500€ non risulta l’intenzione di intentare un ricorso e, interpellato in merito alla questione l’Ufficio Stampa, non furono date risposte esaurienti. Ora quali saranno le mosse della società? Inoltre ora sarà da pagare anche la somma di euro 8875 all’ex tecnico Pistola, relativa alle mancate mensilità.

Certamente il cammino verso la salvezza appare compromesso, a tre giornate dal termine del campionato, con la Sab che sarà impegnata in due trasferte (Casalmaggiore e Novara) e una sola partita casalinga, contro Filottrano, a -4 in classifica dalla Foppapedretti Bergamo, squadra attualmente più in forma e che, nonostante i problemi finanziari e la possibilità concreta di chiudere i battenti nelle prossime settimane, non solo sta pensando alla salvezza, ma addirittura ha preso di mira l’ottavo posto, valevole per i play off.