Quantcast

Varese: chiusi i rubinetti

Giocatori non pagati da novembre e società nel caos

VARESE – A Varese chiudono pure i rubinetti e non in senso figurato. Allo stadio Franco Ossola dove gioca il Varese il fornitore di acqua ha chiuso i rubinetti per via della morosità del club. Sul tavolo tutte le vertenze presentate da calciatori ed allenatori che nella scorsa stagione non sono stati pagati. Nonostante questa situazione disperata, che ricorda molto da vicino quanto accadde a Legnano prima del fallimento, la squadra continua ad allenarsi.

I giocatori non sono pagati da novembre e sul caso adesso fa chiarezza l’Associazione italiana calciatori.
Sul fronte societario ci sono soldi freschi da investire: circa 150mila euro per scongiurare subito un nuovo fallimento.