Quantcast

L’ex sponsor di Atalanta, calcio femminile e Legnano Basket in tribunale

Dolci sapori e Tws approdano nelle aule giudiziarie

BUSTO GAROLFO – Tutto rinviato al prossimo 12 giugno. E’ approdato in tribunale a Busto Arsizio il fallimento dell’azienda “Dolci sapori” di Busto Garolfo, fallita lo scorso dicembre. Il giudice delegato Emanuela Fedele ha deciso che la prossima udienza sull’esame di stato del passivo aziendale verrà esaminato fra qualche mese, così come le cosiddette “tempestive”.

L’azienda del 39enne Matteo Pinciroli (FOTO), aveva legato il suo nome anche alla serie A di calcio femminile, diventando main sponsor del campionato. L’ennesima mossa pubblicitaria attivata da Pinciroli, personaggio non nuovo al mondo sportivo avendo legato le proprie attività a società come il Legnano Basket, l’Atalanta e appunto il calcio femminile. La scorsa estate lo sponsor “Dolci sapori” fu presentato con enfasi dal movimento calcistico femminile, ma qualcuno stortò il naso, come il presidente del Brescia Calcio Femminile, Giuseppe Cesari che si accorse come il main sponsor avesse debiti quasi come il fatturato.

Una realtà di fatto poco capitalizzata, con pochissimi crediti. Un franchising di pasticcerie di Busto Garolfo che era già sull’orlo del fallimento in perdita costante. Nonostante questo, i “Dolci sapori” entrarono come main sponsor nel calcio italiano: “Mi sono preso critiche e subito pressioni dalla federazione per esporre lo striscione “I Dolci Sapori” durante le partite casalinghe al Club Azzurri di Brescia, ma la mia risposta è sempre stata che finché non sarebbero stati chiariti gli aspetti di vantaggio per il calcio femminile nel pubblicizzare tale azienda, in casa Brescia solo i nostri sponsor avrebbero avuto pubblicità”. Il fallimento fu dichiarato con sentenza n. 153/2017 del 7 dicembre scorso dal Tribunale di Busto Arsizio. Adesso fra i creditori ci sono persone fisiche, immobiliari ed altre aziende.

Un gruppo di creditori che reclama e che per Pinciroli, candidato parlamentare a Mantova con il partito “Civica popolare” della Lorenzin, potrebbero aumentare nei prossimi mesi perchè lo scorso 9 febbraio il tribunale di Milano ha dichiarato il fallimento della Tws, altra azienda della galassia Pinciroli ed ex main sponsor dell’Atalanta, con un accordo che avrebbe dovuto scadere nel 2019, ma che il club bergamasco aveva invece rescisso dopo soli a soli 5 mesi dall’inizio della sponsorizzazione.