Quantcast

Seconda sconfitta casalinga per l’Atlantis Puntoebasket Nerviano

Necessario un grande finale per evitare le ultime posizioni in classifica

Atlantis Puntoebasket Nerviano – Pallacanestro Milano 1958 78-81

 

NERVIANOSeconda sconfitta casalinga di questa Poule Promozione per l’Atlantis Puntoebasket Nerviano, maturata al termine di una gara nella quale siamo autori di un pessimo primo tempo (36-48, con distacchi fino a -17) che ci costringe ad un affannoso tentativo di rimonta spentosi sul ferro negli ultimi istanti.

Gli avversari mostrano i muscoli già in avvio, con le due schiacciate consecutive del numero 6 Saini e la tripla di Bazzoli (per noi a segno Gotti e Priuli); gli ospiti continuano a condurre nel punteggio, tuttavia Nerviano riesce a mantenersi a contatto fin quasi al termine del periodo (17-19 a 2:24’), quando Bazzoli e Bertoglio mettono a segno un parziale di 5-0 che fissa il risultato sul 17-24 (massimo vantaggio fin lì).

Il secondo quarto segue la trama del primo: padroni di casa lacunosi in difesa e troppo spesso imprecisi nel finalizzare, ragion per cui, dopo l’avvicinamento iniziale (20-24 a 8:41’, due punti di Bandera ed 1/2 ai liberi per Frontini), i milanesi allungano senza eccessiva fatica, toccando ben presto la doppia cifra di vantaggio (20-31 a 7:12’ grazie al tap-in di Saini).
Il parziale della prima metà di gara viene alleggerito soltanto da una clamorosa tripla di Corno (a segno dalla propria metà campo!) sulla sirena: squadre a riposo, dunque, col punteggio di 36-48.
Da segnalare, inoltre, l’uscita di scena (definitiva) di Gatto, vittima di infortunio a poco meno di due minuti dalla pausa.

Si ricomincia con un parziale di 5-0 (Priuli 2, Corno 3) a favore dell’Atlantis Puntoebasket, interrotto dalla realizzazione di Bazzoli (41-50 a 7:02’); successivamente i nervianesi risalgono fino a -5, prima che una tripla del solito numero 9 biancoblù li ricacci indietro (47-55 a 5:20’). È un continuo tira e molla, con canestri che si susseguono da una parte e dall’altra: a 10’ dalla fine dell’incontro, il tabellone recita 52-64.

Il quarto ed ultimo periodo è, di gran lunga, quello meglio interpretato dai ragazzi di Nerviano: pronti e via due “bombe” firmate da Guidi e Bandera, dall’altra parte Fusella manda a segno entrambi i tiri liberi a disposizione, imitato a stretto giro di posta da Guidi che, poco dopo, manda a bersaglio un’altra conclusione dall’arco (63-68 a 7:25’).

L’1/2 dalla lunetta di Frontini ed i due punti di Corno consentono a Nerviano di accorciare ulteriormente, tuttavia capitan Reali non sbaglia da 3 e ristabilisce due possessi di distanza tra le contendenti; il cronometro scorre ed i padroni di casa non riuscino mai ad agganciare i loro rivali, venendo respinti ogni qualvolta riuscono ad assottigliare il gap. A 19’’ dalla fine, sotto 78-80, Bandera tenta dall’angolo la tripla del sorpasso ma trova solo il ferro, Bazzoli cattura il rimbalzo e subisce immediatamente il fallo dello stesso numero 14 neroverde: un eventuale due su due dai cinque metri chiuderebbe di fatto i conti, il top scorer milanese, però, fallisce il secondo tentativo, concedendoci così un’ultima chance per prolungare, quantomeno, l’incontro all’overtime.
Ci provano Bandera prima e Priuli poi, ma la palla non vuol saperne di entrare: la partita finisce 78-81.

Una sconfitta che fa male e complica inevitabilmente il cammino in questa Poule Promozione, nella quale restano da giocare tre partite (in casa contro la forte Ju.Vi. Cremona e fuori contro Iseo e Pizzighettone); da sottolineare come quella con Pallacanestro Milano sia la seconda sconfitta su tre gare casalinghe in questa fase, dato “anomalo” per una squadra, quella di Nerviano, che nel corso dell’intera regular season aveva ceduto il passo in sole tre occasioni tra le mure amiche, mentre non è una novità, purtroppo, che a condannarla sia stato nuovamente un finale punto a punto.

Ora, per evitare di finire nelle ultime tre/quattro posizioni della graduatoria e sfidare una corazzata già al primo turno di playoff, occorrerà sfoderare prestazioni eccezionali in queste ultime partite.