Quantcast

Match point per il Parabiago foto

Partita di andata per il 3° turno dei play-off per la squadra guidata da Mister Rocco Crippa.

Seconda Categoria – Playoff – Terzo turno – Andata
F.C. Parabiago – Vigevano Calcio 1921 2 – 1

 

PARABIAGO – Da questo turno di play-off di Seconda Categoria ci sono numerose novità. Innanzitutto, si gioca con altre squadre lombarde (regionali), poi c’è l’andata e il ritorno (e non la partita “singola” come nello scorso turno) e terza novità, è la terna arbitrale: arbitro più due guardalinee anch’essi federali.

L’avversario di questo 3° turno è il Vigevano Calcio 1921, del gruppo V di Pavia, un “derby calzaturiero” visto che Vigevano è un altro polo importante italiano per la produzione di scarpe.

Il Vigevano Calcio 1921 arriva a questo incontro con un ruolino di marcia simile a quello del Parabiago: è arrivato secondo nel proprio girone nella regular season con 64 punti all’attivo.

Punto di forza di questa squadra è la difesa 12 gol in 31 partite (compreso il turno di play-off della scorsa domenica) e con una striscia di “rete inviolata” di 11 turni consecutivi (dalla 12° giornata alla 22° giornata) per circa 1000’ minuti senza prendere gol!

Il Parabiago arriva a questa importante sfida molto carico con 12 risultati consecutivi positivi: 11 vittorie e un pareggio, compresa l’emozionante ma convincente vittoria nella partita “secca” del play-off della scorsa domenica.

 

La cronaca

Primo tempo

Mister Crippa, cui tutti conosciamo il suo eclettismo tattico, sorprende tutti e presenta in campo la squadra con un 4-3-3.

La prima parte di questo primo tempo, vede una fase di studio fra le due squadre, diciamo anche giusto visto che non si conoscono essendo di comitati diversi.

Il Parabiago sembra in pieno controllo, proponendo gioco e subendo solo un tentativo di contropiede sventato da un pronto Mussaro che si dimostra all’altezza della situazione più di una volta in questo inizio di partita.

La prima vera occasione pericolosa è del Vigevano al 15esimo: su calcio piazzato cerca di sfruttare una palla sporca rimasta in area, il tiro è molto pericoloso ma si spegne, fortunatamente per noi, sul fondo.

Al 20esimo, su un contrasto in area di rigore avversaria, il nostro Gianmaria Sacchi ricade male e fatica a continuare (infortunio al ginocchio), appena due minuti dopo il cambio: dentro per lui Capitan Minoggio.

Cambio tattico forzato per Mister Crippa che passa dal 4-3-3 iniziale al più classico 4-4-2.

La squadra, per qualche minuto, risente dell’uscita del suo collaudato capocannoniere, ma poco dopo, al 32esimo, su una palla respinta, Venuto fa partire un missile “terra-aria” (forse un po’ troppo centrale) che il portiere avversario respinge di “pugni” in calcio d’angolo.

Al 36esimo l’esterno avversario, in una volata sulla fascia destra, trova l’”uno-contro-uno”, nella nostra area di rigore, con Sequi e, rientrando, viene colpito dal centrale granata: l’arbitro, senza esitazioni, fischia e indica il dischetto del calcio di rigore.

L’attaccante avversario posizione la palla minuziosamente sul dischetto, il nostro portiere Rattà è tranquillo sulla riga, cercando, con movimenti delle braccia, di innervosire l’avversario e di coprire più spazio possibile dei 7 metri della porta… il tiro è sulla destra del nostro portiere che intuisce la traiettoria e si getta senza esitazioni sulla palla accartocciandosi… sono attimi che non finiscono mai, para ma la palla non è trattenuta, ma fortunatamente il pallone viene allontanato dall’area…

Gol evitato dalla nostra “saracinesca” Davide Rattà, non nuovo quest’anno a queste prodezze!

Dalla curva granata, sì, da questa partita, abbiamo un simpatico gruppetto di ultras del Parabiago, che si è posto nella tribunetta in metallo di fronte alla tribuna coperta, si alza a gran voce il nome del nostro super portiere.

Con il risultato di 0-0, le due squadre tornano negli spogliatoi: un pareggio giusto date le occasioni e le forze in campo.

Secondo Tempo

Ricomincia il match ed è ancora il Parabiago a controllare il gioco, ma, purtroppo, manca di concretezza negli ultimi 20 metri.

Vigevano che cerca di far sue le occasioni che la squadra di casa gli lascia, partendo in contropiede e buttandosi con voglia sui palloni “sporchi”, ma manovrando poco l’azione.

Le manovre offensive del Parabiago danno il loro frutto al 26esimo: la palla rasoterra in area di Venuto in direzione di Rizzo è leggermente arretrata, ma il numero 8 granata ha la freddezza di non tirare “fuori equilibrio” e servire Angelo Vacalebre che insacca alla destra del portiere. E’ il gol del vantaggio granata e tutto lo stadio in piedi ad applaudire i ragazzi con il galletto sul petto!!!

Al 34esimo arriva il pareggio del Vigevano: il Parabiago lascia il loro numero 4 incontrastato, ovvero nessuno in uscita, avvicinarsi per vie centrali verso la nostra area di rigore e tirare nel “sette” una palla che batte l’incolpevole Rattà.

Partita di nuovo in parità: 1-1.

Arriva il secondo cambio di Mister Crippa dentro Samba per Giuliani e altro cambio di modulo, si ripassa ad un 4-3-3.

A pochi minuti dalla fine della partita, Parabiago di nuovo in vantaggio: calcio d’angolo conquistato da Vacalebre, palla che rimane nell’area piccola dove arriva Venuto come un fulmine e “gonfia la rete” per il vantaggio del Parabiago!

Granata che in questi minuti finali prendono fiducia, mentre il Vigevano risente del gol subito.

Azione che potrebbe portarci ancora al gol: bella azione sulla sinistra di Vacalebre, palla in mezzo insidiosa ma non trova la via della porta.

Ancora un’occasione finale nei secondi di recupero, ma il tiro è fuori di poco…

Il triplice fischio finale, sancisce la vittoria per 2-1 per il Parabiago!

Commento Finale

Partita tiratissima, dove l’alta posta in palio ha preso il sopravvento su tutto.

Il Vigevano Calcio 1921 è una bella squadra: quadrata, con un gioco attento a non subire reti e con verticalizzazioni fulminanti e pericolose.

Il Vigevano, in questa stagione, ha subito due gol in una partita “solo” in due occasioni, nelle prime due giornate di campionato (parliamo dei primi di settembre 2017!!!): dunque, una vera bella impresa dei nostri ragazzi!

 

Ancora una volta, la squadra, con tutti i suoi componenti, ha mostrato un gran carattere, anche alle contrarietà della partita (prima l’infortunio a Gianmaria Sacchi e poi sul calcio di rigore): un carattere frutto di un gran bel gruppo, magistralmente guidato da Mister Crippa, che anche oggi ha mostrato tutte le sue capacità nel cambiare la squadra più volte tatticamente in corsa…

La menzione di giornata (anche se tutta la squadra è meritevole!) spetta di diritto a tre giocatori: al nostro portiere Davide Rattà che ha salvato la porta nel momento più difficile della partita… ad Angelo Vacalebre per il gol e per essere stato una spina nel fianco della difesa avversaria e a Matteo Venuto anch’esso per il gol, ma “motorino” inesauribile a centrocampo.

Ora si va a Vigevano, mercoledì 23 (con fischio d’inizio ore 20.30) per la partita di ritorno, carichi e consapevoli che il passaggio del turno è solo nelle nostre mani…

 

(fonte Ufficio Stampa F.C. Parabiago – www.fcparabiago.com)