Quantcast

Emiliano Verrastro nuovo presidente dell’Ac Rescalda

Fra i compiti del massimo dirigente valorizzazione del Settore Giovanile, scuola di calcio e di vita e bacino della Prima Squadra del futuro,

RESCALDA –  L’Ac Rescalda Associazione Sportiva Dilettantistica vede grandi cambiamenti: nuovo presidente è Emiliano Verrastro. Dopo sette anni sotto la presidenza di Armando Belfanti, durante la quale si è vista la nascita della Prima squadra e una storia promozione in Seconda categoria, la carica passa a Verrastro con il compito di rappresentare il Club in tutte le sedi e sovraintenderne le attività.

L’elezione è stata accordata in concomitanza al totale rinnovo del Consiglio di Amministrazione, ora composto da giovani cresciuti nella società, testimoni di un percorso personale che li ha portati da essere calciatori a allenatori, e figure storiche all’interno della stessa: come Sergio Carnovali, Presidente dal 1996 al 2001, Daniele Cribio, direttore sportivo, consigliere e allenatore, e Giovanni Barbaglia che ha rivestito il ruolo di allenatore, segretario e direttore sportivo in passato.
Questo cambio di organigramma vuole essere un simbolo della volontà di esularsi dallo sport caratterizzato da una crescente competizione e da un esasperato agonismo, desiderando di creare un ambiente in cui sia possibile giocare sotto principi come la lealtà sportiva, identità, appartenenza, uguaglianza e trasparenza.
Per questo motivo la figura di Emiliano Verrastro è stata indicata come adatta al ruolo di Presidente.

Verrastro entra a far parte nel 2010 della A.C. Rescalda, per poi ricoprire ruoli come quello di Direttore sportivo e Dirigente. In precedenza, vinse due campionati nella categoria “Under 21” nel ruolo di portiere, ha preso parte alla rosa della Prima squadra arrivata in Eccellenza, indossando poi le maglie del Canegrate e Legnarello.

E’ nel 2010 che decide di abbandonare lo sport agonistico, iniziando a giocare nella A.C.C. Rescaldina, passando poi alla dirigenza dopo aver vinto quattro campionati.

Tre linee guida principali caratterizzano la base del nuovo ciclo dei Biancorossi: valorizzazione del Settore Giovanile, scuola di calcio e di vita e bacino della Prima Squadra del futuro, definizione e tutela del codice etico e l’inserimento di alcune figure manageriali nei ruoli chiave dell’organigramma.