Quantcast

Sara Jemai stagione a gonfie vele

Parla la campionessa sangiorgese in forza all'Esercito e sempre ad alti livelli

SAN GIORGIO SU LEGNANO – Ha gareggiato come atleta invitata, ha vinto la gara dei campionati lombardi a Saronno ma non ha potuto fregiarsi del titolo perché la sua squadra dell’Esercito ha sede nella capitale, ma Sara Jemai ha dimostrato ancora una volta di essere ad altissimi livelli nel lancio del giavellotto.

In realtà – dice Jemaiquesto è stato l’anno del rientro dopo un’anno e mezzo di stop a causa dell’infortunio alla spalla. Quindi l’obiettivo principale era quello di riassestarsi sulle misure preinfortunio, riprendere confidenza con il lancio e ricominciare a lanciare senza più fastidi. Direi che è andata molto bene  per ora: ho vinto i campionati italiani invernali a febbraio e il 2 giugno a Budapest , in un meeting internazionale, ho fatto la mia miglior prestazione di sempre con 57.80 mt (diventando la quarta giavellottista all time a livello assoluto in Italia)“.

Il minimo – termina – per poter partecipare ai campionati europei assoluti di quest’anno è stato fissato a 60 mt…è un po’ precoce come obiettivo ma sicuramente raggiungere misure il più vicino possibile a quella resta il nostro focus in vista dei campionati italiani assoluti di settembre.  Ad ottobre dovrei laurearmi e diventare biologa nutrizionista, proprio in questo giorni sono alle prese con gli ultimi esami tra una gara e l’altra…questo mi permetterà l’anno prossimo di avere molto più tempo ed energie da dedicare agli allenamenti e ovviamente lo scopo sarà quello di lanciare 62 mt entro il 2020…anno delle Olimpiadi di Tokyo! Carlo Giulioni e Enzo Marchetti continuano ad allenarmi con professionalità ed esperienza, mi trovo sempre molto bene con loro e non vedo l’ora di ripagarli con misure sempre più ambiziose!  Con l’Esercito probabilmente entro fine anno firmerò il contratto a tempo indeterminato quindi…sono proprio felice di come sta andando!“.