Quantcast

Arconatese dal ritiro alla Coppa Italia

Si dice soddisfatto del lavoro fatto fin qui il Direttore Sportivo Colombo, Arconatese verso il secondo anno in Serie D

ARCONATE (MI)Giovedì 16 agosto l’Arconatese partirà per Bellaria dove rimarrà in ritiro fino al 19 pomeriggio.

L’amichevole con la Varesina di martedì pomeriggio è saltata per il maltempo e dopo la giornata di riposo di Ferragosto, i Gialloblù del Direttore Generale Vittorio Mantovani si trasferiranno in Romagna.

Al gruppo manca ancora un portiere dopo l’infortunio di Tripicchio, si stanno facendo dei provini, mentre Scampini e Annoni rimangono aggregati per gli allenamenti in cerca di una nuova sistemazione.

Il Direttore Sportivo Enio Colombo si dice soddisfatto di quanto fatto fin qui: “L’unica tegola che ci è capitata addosso è stata quella dell’infortunio al portiere, ma contiamo di risollevarci presto. In questo periodo ho visto i ragazzi con la guida del nostro Mister Giovanni Livieri con la voglia di lavorare giusta in campo, di mettersi in mostra bene, giocando  e allenandosi con concentrazione perchè sappiamo che bisogna lottare in un anno difficile“.

I nuovi arrivati -continua il DS Colombosi sono inseriti bene: il  26 agosto in Coppa Italia in casa nostra contro il Milano City affrontiamo una delle favorite, se capiteremo nello stesso girone della Serie D: speriamo di sfruttare il nostro campo, anche perchè nelle prime gare tutto può succedere“.

Ma questa Arconatese può fare un pensierino ai playoff?: “Non dobbiamo secondo me porci dei risultati ma invece pensare a fare bene giornata per giornata, facendo più punti possibili. Prima dobbiamo pensare a salvare l’Arconatese poi vediamo. Il campionato è lungo, tutti insieme dobbiamo fare in modo di mantenere la categoria , poi cammin facendo vediamo, consapevoli delle difficoltà  del nuovo torneo, ora con la maggiore esperienza dell’anno scorso speriamo  di fare bene. Penso che l’umiltà non dovrà mai mancare, il nostro obiettivo è e resta la salvezza e vedremo strada facendo se saremo all’altezza per altro”.