Quantcast

GP di Monza: Il successo Ferrari manca dal 2010

"La Ferrari e' un simbolo vincente del nostro Paese e sono convinta che Monza e la Lombardia porteranno fortuna al Cavallino Rampante" spiega l'assessore Magoni

MONZA – “La Ferrari e’ un simbolo vincente del nostro Paese e sono convinta che Monza e la Lombardia porteranno fortuna al Cavallino Rampante, con la speranza che possa far tornare ad esultare i suoi milioni di tifosi per un successo che ormai manca dal lontano 2010 e rendere omaggio al grande Michael Schumacher, che proprio qui ha trionfato in cinque occasioni al volante della ‘Rossa’. E lancio una proposta agli organizzatori del GP: sarebbe bello che la vittoria fosse dedicata alle vittime delle tragedie di Genova e del Pollino, dimostrando ancora una volta la sensibilita’ dello sport nei confronti delle persone che soffrono. Un ulteriore gesto di vicinanza che fa seguito a quello della Ferrari, che al GP del Belgio aveva dedicato la livrea delle monoposto ai morti e ai feriti del ponte Morandi con la scritta ‘nei nostri cuori‘ “.

E’ questo il messaggio che lancia Lara Magoni, assessore regionale al Turismo, marketing territoriale e Moda, in merito alla corsa automobilistica in programma domenica prossima all’autodromo monzese.

Niente come lo sport sa unire la nazione – continua la vice campionessa di scie il Gran Premio non e’ solo un evento di Monza e della Lombardia ma di tutta l’Italia. Sport, cultura, passione ed emozioni: una tradizione tutta italiana quella del circuito monzese, una vetrina eccezionale sul mondo in grado di generare turismo, attrattivita’ e quindi promozione del territorio da parte di un turismo internazionale sempre crescente e in grado di apprezzare le bellezze dei nostri territori“.

I motori sono da sempre una grande passione italiana, con aziende uniche che ci hanno resi famosi nel mondo come l’Alfa Romeo, la Fiat e appunto la Ferrari. Ecco perche’ dedicare una kermesse internazionale alle vittime di due tragedie che hanno scosso il Paese rinsalderebbe sicuramente l’unita’ e l’orgoglio di appartenenza degli italiani, un popolo che ha sempre dimostrato di sapersi rialzare anche nei momenti piu’ bui. Dedicare la vittoria a Genova e al Pollino trasformerebbe il Gran Premio in un evento in grado di unire Monza, la Lombardia e l’Italia in un unico grande abbraccio simbolico. E se poi sara’ la Ferrari a trionfare, una delle eccellenze del Bel Paese nel mondo, saremo tutti davvero piu’ felici“, conclude Lara Magoni.