Quantcast

Serie B: l’obiettivo delle Bulldog è la salvezza foto

La FCL Contract Canegrate ha chiuso il mercato della prima squadra

CANEGRATE (MI) – A venti giorni dall’inizio dell’attività, in calendario con il raduno di lunedì 27 agosto presso la palestra in via Enrico Toti a Canegrate, la FCL Contract ha chiuso il mercato della prima squadra che ha visto il club del duo di coach Luca Linari-Fabrizio Molteni confermare buona parte del roster della scorsa stagione con l’aggiunta della forte guardia Carola Manzoni, atleta dell’annata 1997 e proveniente dall’ottima stagione in Serie B nel Baskettiamo Vittuone dove ha chiuso a ben 10.8 punti segnati di media, e del terzetto “uscito” dal florido vivaio nero-arancio formato dall’esterna Alessia Viola, dall’ala Agnese Tomio e dalla lunga Martina Colombo.

La dirigenza delle Bulldog ha quindi fondamentalmente deciso di “puntare” sulla linea della continuità per “centrare” l’obiettivo annuale della salvezza che “passerà” dall’evitare le due retrocessioni in Serie C che “toccheranno” l’ultima classificata al termine delle trenta partite di regular season e la perdente dei due turni di Play-Out.

Per prepararsi al meglio, oltre alle partite amichevoli in fase di definizione, il team seniores sosterrà la prima uscita ufficiale nel Torneo Quadrangolare “casalingo”, presso la palestra in via Enrico Toti a Canegrate, in programma nell’week-end di sabato 15 e domenica 16 settembre dove affronterà le svizzere di Serie A1 del Riva San Vitale, la Polisportiva Costamasnaga e, probabilmente, il Basket Como di Serie C.

Il via del campionato è previsto con l’esordio con il BF Mariano Comense di domenica 30 settembre (ore 18, presso il Knigts Palace in via Parma 77 a Legnano) e proseguirà con le due trasferte consecutive con il Pontevico Basket (sabato 6 ottobre, ore 20.30, presso la palestra in via Cavalieri di V. Veneto a Pontevico) e il Baskettiamo Vittuone (sabato 13 ottobre ore 18, presso la palestra in via S. Pertini a Vittuone).

(In collaborazione con Bulldog Basket Canegrate – foto Claudio Colombo)