Quantcast

Benedetta Sartori Campionessa d’Europa foto

Le Azzurrine battono in rimonta la Russia per 3-2, medaglia d'oro dunque per la giovane legnanese

LEGNANO – Alla fine ce l’ha fatta l’Italia a trionfare anche nell’Europeo Under19, andando a prendersi con fatica la medaglia d’oro, dopo essere stata in svantaggio per due set a zero. Medaglia d’oro che da oggi adornerà anche il collo di Benedetta Sartori, legnanese con un passato in Fo.Co.L. e oggi all’UYBA. Per lei è stato un grande europeo, con numerosi punti segnati e buone prove a muro.

Oltre a Sartori, un altro piccolo pezzo di Legnano si può fregiare da oggi del titolo di Campione d’Europa, ovvero Mauro Tettamanti, assistente allenatore di Bellano, nelle ultime due stagioni vice allenatore della Sab Volley Legnano.

Trionfo azzurro a Tirana, la nazionale Italiana femminile U19 si è aggiudicata la Medaglia d’Oro al Campionato Europeo di categoria. Una vittoria arrivata al termine di una bellissima finale contro la Russia, sconfitta dopo una lunga battaglia 3-2 (24-26, 18-25, 26-24, 25-22, 15-9). Per salire sul gradino più alto del podio le azzurrine di Massimo Bellano, oltre che alle doti tecniche, questa sera si è dovuta aggrappare al suo grande cuore.

Sotto due a zero, infatti, le azzurrine nel terzo set si sono trovate in svantaggio (22-24), eppure con una grande reazione sono state capaci di ribaltare la situazione, gettando le basi per una fantastica rimonta. Dopo un quarto set combattuto, nel tie-break le ragazze di Bellano non si sono più fermate e hanno trionfato sulle forti avversarie.

La nazionale tricolore under 19 tricolore è così tornata al successo in un Campionato Europeo a distanza di otto anni: l’ultima vittoria risaliva all’edizione 2010.
In questa categoria (prima denominata juniores) salgono così a sette le medaglie d’Oro europee: 1996, 1998, 2004, 2006, 2008, 2010 e 2018.

Per questo gruppo il trionfo nella rassegna iridata rappresenta l’ennesimo grande risultato: lo scorso anno era arrivata la vittoria al Mondiale under 18.

Pur senza tre elementi di assoluto valore, presenti nella scorsa stagione, quali Elena Pietrini, Marina Lubian, Terry Enweonwu, la squadra azzurra è riuscita a esprimere un’ottima pallavolo e salire sul gradino più alto del podio.

Tabellino: Italia- Russia 3-2 (24-26, 18-25, 26-24, 25-22, 15-9)

ITALIA: Morello, Omoruyi 20, Battista 22, Fahr 13, Kone 17, Populini 8. Libero: Panetoni. Sartori, Tanase 9, Scola, Malual N.e: Joly. All. Bellano
RUSSIA: Matveeva 3, Shevchuk 8, Pushina 10, Kadochkina 15, Pipunyrova 4, Brovkina 8. Libero: Shepeleva. Borisova 14, Zvereva 1, Rasputnaia, Yakushina 8. N.e: Soboleva. All. Karikov
Arbitri: Balandzic e Parvanova
Durata Set: 30’, 25’, 29’, 29’, 17’.
Italia: 8 a, 13 bs, 15 m, 35 et.
Russia: 6 a, 8 bs, 23 m, 19 et.

Le Azzurrine
Alzatrici: Rachele Morello, Francesca Scola. Centrali: Fatim Kone, Sarah Fahr, Benedetta Sartori. Libero: Sara Panetoni. Schiacciatrici: Alessia Populini, Alice Alexandra Tanase, Loveth Oghosasere Omoruy, Jessica Joly. Opposti: Valeria Battista, Adhuoljok John Majak Malual.

Lo staff
Massimo Bellano (allenatore), Matteo Azzini (vice allenatore), Mauro Tettamanti (assistente allenatore), Domenico Capodiferro (medico), Daniele Dailianis (fisioterapista), Alberto Salmaso e Lorenzo Librio (scout man), Glauco Ranocchi (team manager).