Quantcast

L’ASD Vanzavilla Team omaggia Fabio Casartelli foto

Il Team di Villa Cortese ha partecipato alla ventesima Medio Fondo in ricordo del corridore tragicamente scomparso al Tour de France

VILLA CORTESE (MI) – Nel ciclismo ci sono storie che non si possono dimenticare, perchè fanno parte della vita, anche nelle sue pagine più tragiche come il destino che toccò a Fabio Casartelli. Perciò chi corre non dimentica mai e anche lo fa a livello di società ciclistica amatoriale, ci mette ancora più passione e affetto per i propri Campioni che ora pedalano in Cielo…

Ivan Bandera, presidente dell’A.S.D. Vanzavilla Team con sede a Villa Cortese ha partecipato con i suoi amici alla ventesima Medio Fondo Fabio Casartelli ad Albese con Cassano, in provincia di Como: una medio fondo intitolata al ciclista, che nel 1995 al Tour de France perse la vita in un tragico incidente.

Ogni anno la nostra società – racconta il Presidente Bandera partecipa alla manifestazione in memoria di Fabio, perchè è rimasto nel nostro cuore. Come Vanzavilla abbiamo dominato la manifestazione ottenendo  il primo posto nella classifica per società, il primo posto nella crono scalata del mitico Muro di Sormano e il primo posto anche nella crono scalata del Ghisallo con il nostro atleta di punta Stefano Monfrini“.

Desidero ringraziare tutti per la partecipazione e l’impegno dimostrato in questa Medio Fondo, cui teniamo molto. Per l’occasione abbiamo sentito la mancanza del nostro vice presidente Mauro Lattuada che, per motivi di salute, non ha potuto essere presente e lo aspettiamo tutti alla prossima manifestazione per un veloce rientro in gruppo!“.

Il VanzaVilla Team – conclude Banderaè nato nel 2012, da un gruppo di amici che condivide la passione delle uscite in bicicletta nel tempo libero: ad oggi siamo in 66, il veterano ha 72 anni, perchè la bici è una passione senza età… Siamo davvero un bel gruppo e il nostro fine è quello di divertirci con il nostro sport preferito: partecipiamo sempre alle diverse manifestazioni ciclistiche, se poi vengono i risultati tanto meglio, ma prima di tutto è l’amicizia che ci contraddistingue. Da bravi ciclisti abbiamo un occhio particolare per la solidarietà, organizzando anche iniziative per delle donazioni ai reparti di oncologia pediatrica“.