Quantcast

Le certezze del Legnano di Mister Erbetta

Dopo la prima vittoria a Castano Primo, si può guardare con ottimismo: domenica già il primo scontro diretto con il Fenegrò

LEGNANO – La prima partita di Campionato è sempre un’incognita ma il Legnano dopo l’eliminazione della Coppa Italia all’ultimo minuto, ha spazzato via ogni dubbio con una prova vincente e convincete.

Certo c’è sempre da lavorare come dicono giustamente gli allenatori e poi ieri il gran caldo ha condizionato il ritmo gara e ha fatto bene Mister Erbetta a sottolineare come in A si giochi anche al fresco serale, pur essendo più allenati e tra i Dilettanti, bisogna invece adeguarsi a orari che sarebbero da professionisti.

Mister Erbetta ha fatto partire la squadra per la prima della stagione con il 4-2-3-1 provato per tutta l’estate. L’unica variazione con l’entrata di Giglio dal ventesimo del secondo tempo, quando la squadra si è disposta con il 4-4-2.

Non è ancora il Legnano che ho in testa per velocità e intensità, bisognerà aspettare ancora qualche partita” ha detto il Mister, tenendo conto del fattore climatico e che siamo solo agli inizi, ma pare di capire che siamo sulla strada giusta.

La difesa a parte l’episodio del rigore non ha sofferto in modo particolare, a centrocampo Calviello è già un leader, tra i trequartisti Amelotti con 4 assist, due dei quali hanno fruttato il gol con Crea all’inizio e poi Grasso in azione fotocopia, è stato eccezionale. Come eccezionale Crea, autore di una doppietta e davvero scatenato ed è stato positivo Grasso in gol, visto che non dobbiamo dimenticare che al Legnano mancava il nostro Capitan Berberi, fermo per un turno di squalifica.

Domenica 16 settembre al Mari la prima in casa: sarà già scontro diretto contro il Fenegrò, che alla prima ha steccato perdendo con l’Alcione, ma è meglio non fidarsi…