Legnano, fuori dalla Coppa, ora si punta tutto sul campionato

Domenica ci sarà la prima giornata di Campionato all'Annibale Secchi di Castano Primo

LEGNANO – Domenica è già campionato con la partita in casa della Castanese degli ex Zingaro, Provasio e Colombo e comincia il cammino del Legnano verso quella Serie D che è l’obiettivo di questa seconda stagione di fila in Eccellenza, un Purgatorio che società e tifosi vogliono abbandonare al più presto, perchè la maglia Lilla merita ben altri palcoscenici calcistici.

Il pareggio con la Casateserogoredo di mercoledì sera a Cerro Maggiore è costato carissimo, con quel gol allo scadere degli ospiti che ha infranto il sogno della Coppa. Un Legnano che pare comunque pronto ad affrontare il suo obiettivo.

Mister Erbetta nel primo tempo ha scelto il 4-2-3-1, nel secondo siamo passati al 4-4-2 . Capitan Berberi ha dimostrato ancora una volta il suo fiuto del gol, portandoci avanti, nonostante la buona organizzazione di gioco degli avversari. L’unico torto che abbiamo avuto, è stato quello di non assestare il colpo di grazia, anche se nel secondo tempo c’è stato un palo di Berberi che ha pareggiato quello ospite nel primo tempo e Grasso ha avuto una buona occasione.

Probabilmente il portiere, per l’occasione Cotardo classe 2000, si è fatto cogliere un po’ di sorpresa sul gran gol di Cazzaniga, autore di una bella giocata, bisogna riconoscerlo, ma non è riuscito ad arrivare su quel tiro a giro che ha fatto crollare l’entusiasmo di chi era in tribuna. Per la difesa bene Curci sulla fascia destra, bene affiatati Bianchi e Ortolani in mezzo e D’Onofrio ha assicurato esperienza anche se il gol è arrivato dalla sua fascia.

In mezzo Calviello è stato inesauribile, Papasodaro ha margini di crescita, davanti Crea con grande spirito di sacrificio è tornato a fare anche il terzino quando la palla l’avevano gli avversari, Grasso è apparso ispirato, Berberi ha sentenziato ancora una volta e Amelotti ha fatto chilometri su chilometri. Ha avuto tempo per esordire qualche scampolo anche Giglio, appena arrivato, così come si è confermato molto dinamico Giardino entrato dalla panchina

Intanto – ha detto il Mister – non abbiamo ancora mai perso, e ora andiamo a fare la nostra prima partita di Campionato, consapevoli che si può sempre migliorare, vedi nel palleggio e nella fluidità, anche se ai nostri ragazzi sinceramente non si può rimproverare nulla. Abbiamo preso un grande gol, questo è il calcio ma l’intenzione è di fare bene nel nostro campionato e sono comunque soddisfatto di quello che ha fatto la mia squadra in tutto questo periodo che ci ha portato all’inizio dell’Eccellenza“.