Quantcast

Legnano, stasera Beppe Bergomi e Andrea Vitali al Leone da Perego

Un evento organizzato da SportLegnano in collaborazione con La Galleria del Libro

LEGNANO – Una serata dedicata ad un modo diverso di vedere il calcio. E’ quella che il nostro giornale ha organizzato, in collaborazione con La Galleria del Libro di Legnano, per presentare l’ultimo fatica di Andrea Vitali, “Bella Zio”, romanzo biografico in cui il Campione del Mondo 1982 Beppe Bergomi racconta la storia della sua vita, dai campetti dell’oratorio di Settala fino alla consacrazione come uno dei più grandi giocatori italiani di sempre.

L’appuntamento è per  stasera, venerdì 28 settembre, alle 21.00 nella Sala Pagani di Palazzo Leone da Perego in Via Girardelli a Legnano, saranno presenti, accompagnati dalla moderatrice della serata Amanda Colombo, il romanziere Andrea Vitali, il campione del mondo Beppe Bergomi e lo psicologo Samuele Robbioni.


BELLA ZIO
Andrea Vitali

“Il mio romanzo di formazione”

“Tutti si ricordano il giovane eroe sportivo che alza la Coppa del Mondo, ma la vera sfida si vince e si vive nel quotidiano dell’allenamento dove l’eroe lascia spazio all’uomo che ogni giorno si impegna, convivendo con sudore e sorriso, per raggiungere un obiettivo… forse il segreto sta tutto qui, non abbiamo bisogno di eroi ma di esempi!
Beppe Bergomi

Mondadori Electa pubblica Bella zio, romanzo biografico in cui il campione Beppe Bergomi affida alla penna di un grande scrittore il racconto della sua parabola ascendente.

E Vitali trasforma la vita di Beppe in un romanzo della commedia umana di cui è il maestro insuperato nella
narrativa italiana. Nulla gli sfugge nel dare voce alla semplicità e intelligenza di un grande personaggio del
calcio italiano: tra ironia e paradosso, aneddoti di costume, successi e dolori, Andrea Vitali ci regala un magnifico libro…

Lo chiamavano “zio” perchè con i folti baffi sembrava già un adulto, nonostante fosse solo un ragazzino. La vicenda agonistica di Bergomi prende avvio nella tranquilla realtà di provincia, dell’hinterland milanese, in una famiglia semplice, tra le scuole dalle suore e il tempo libero all’oratorio.

Un’infanzia normale con la palla al piede, nell’Italia degli anni ‘60. Ben presto la passione del ragazzino diventa una scelta di vita, sotto gli occhi indifferenti della famiglia. Ma Beppe ha un talento fuori dal comune, e infatti salirà sul podio più alto da campione del mondo a soli 18 anni, con la maglia della nazionale.

Il racconto autobiografico di Bergomi è completato dalle riflessioni nate dal confronto con Samuele Robbioni, consulente in psicologia sportiva.


Giuseppe Raffaele Bergomi, detto Beppe (Milano, 22 dicembre 1963), è un ex calciatore italiano, di ruolo difensore, campione del mondo con la nazionale italiana nel 1982. Considerato uno dei migliori difensori della propria generazione, nel corso della sua carriera professionistica ha sempre militato nell’Inter, con cui ha vinto una Coppa Italia, un campionato di Serie A, una Supercoppa italiana e tre Coppe UEFA. In quest’ultima competizione, oltre a essere il giocatore più presente in assoluto, è il calciatore italiano con più vittorie finali (a pari merito con Dino Baggio e Luigi Sartor).

La vittoria del Mondiale 1982 lo ha reso, a 18 anni, il più giovane calciatore italiano ad aver vinto la rassegna iridata, nonché il secondo in assoluto alle spalle di Pelé. Già incluso nella FIFA 100, lista dei 125 più grandi giocatori viventi, selezionata dallo stesso Pelé e dalla FIFA in occasione del centenario della federazione, nel 2016 è stato introdotto nella Hall of Fame del calcio italiano.


Andrea Vitali è nato nel 1956 a Bellano, sulla sponda orientale del lago di Como, dove vive e svolge la professione medica. Autore pluripremiato, tra i più prolifici e amati scrittori italiani, ha già pubblicato per Mondadori Electa Il mistero dell’uomo barbuto e Le tre minestre. Il suo ultimo romanzo, Nome d’arte Doris Brilli (2018), è da poco nelle librerie.


Bella Zio

foto Beppe Bergomi e Andrea Vitali – Ritratto
copyright Mondadori Electa