Quantcast

Consiglio regionale della Lombardia: in Aula la premiazione degli atleti paralimpici foto

Premiati i protagonisti nei principali eventi sportivi internazionali dell'ultima estate

MILANO – “A tutti voi va in modo sentito il ringraziamento mio personale e di tutta l’istituzione regionale per quello che testimoniate quotidianamente. Il vostro modo di interpretare lo sport è di esempio per tutti ed è un modello di riferimento nella vita di tutti i giorni, dimostrazione concreta che anche gli ostacoli apparentemente più complicati e difficili possono essere superati e che con il sacrificio e la forza della volontà si possono raggiungere traguardi straordinari. Con l’aiuto anche dei volontari e dei tecnici che vi seguono, ai quali estendiamo la nostra profonda gratitudine“.

Con queste parole il Presidente del Consiglio Regionale della Lombardia Alessandro Fermi ha accolto martedì 2 ottobre 2018 nell’Aula del Consiglio gli atleti lombardi paralimpici protagonisti quest’estate nei principali appuntamenti sportivi internazionali.

La cerimonia di premiazione si è tenuta al termine dei lavori consiliari: l’intervento di saluto del Presidente del Consiglio Alessandro Fermi è stato preceduto dagli interventi del Presidente del CONI Lombardia Oreste Perri e del Comitato Paralimpico lombardo Pierangelo Santelli: sono intervenuti anche l’Assessore regionale allo Sport e Giovani Martina Cambiaghi e il Sottosegretario ai Grandi Eventi Sportivi di Regione Lombardia Antonio Rossi, mentre le conclusioni sono state affidate al Presidente della Giunta Regionale Attilio Fontana.

Nell’occasione, il Presidente Fermi ha premiato quattro atleti comaschi: Pietro De Maria, neopapà e vincitore dei campionati europei paralimpici di sci nautico sulle acque francesi di Roquebrune Sur Argens; Dalila Vignando, medaglia d’oro ai mondiali di nuoto di Truro in Canada nella staffetta 4×200 e 4×50 mista e bronzo nei 400 misti; Marco Di Silverio, che, sempre ai mondiali di nuoto canadesi, ha conquistato tre medaglie d’argento nelle staffette 4×50 stile libero, 4×50 mista e 4×100 mista; Gianluigi Franchetto, medaglia di bronzo nei 50 rana a Parigi agli Europei INAS di nuoto.

Era assente Paolo Zaffaroni, ragazzo di Beregazzo con Figliaro affetto da sindrome down e capace di conquistare ben 11 medaglie ai mondiali di nuoto DSISO di Truro, tra cui quattro d’oro nelle specialità 50 stile libero, 50 farfalla, 100 e 200 rana, sei d’argento e un bronzo nelle staffette: per lui la giornata di oggi coincideva con il primo giorno di lavoro, assunto presso una azienda comasca.