D’Onofrio la chiave tattica dei Lilla

Sul pieno recupero del jolly lilla, molto può arrivare per le prossime decisive partite di campionato

LEGNANO – “D’Onofrio gioca con me da sei anni, me lo sono portato qui perchè è un giocatore di grande intelligenza e duttilità, che conosce la categoria, i suo 5/6 gol li fa, sa allungare la squadra ed essere determinante“.

Parola di Mister Giampiero Erbetta riguardo Libero D’Onofrio che domenica, quando è rientrato in campo dalla panchina, ha cambiato volto al Legnano con i suoi strappi e il suo spirito che hanno dato maggiore convinzione ai lilla smarriti davanti alla Castellanzese.

Pur non essendo ancora pienamente recuperato, D’Onofrio ha dato tantissima qualità nei minuti in cui ha giocato: dal suo colpo di tacco veramente geniale per Grasso, è nata la rete del Legnano che qualche speranza nel finale l’aveva riaccesa.

E’ chiaro che un giocatore solo non può fare tutto, ma giocatori chiave come lui una grande mano di esperienza e di personalità, quella che il Legnano inspiegabilmente ha smarrito sul suo campo in una partita non decisiva per il campionato ma comunque importante e da non sbagliare, la può dare in maniera rilevante.

Già nelle amichevoli del precampionato e in Coppa Italia si era potuta capire l’importanza di D’Onofrio, un giocatore che sa ricoprire più di un ruolo dall’esterno sulla trequarti, al mediano nella coppia centrale del 4-2-3-1 predicato dal Mister fino anche il ruolo di terzino sinistro. Corsa, grinta, generosità, senso tattico, temperamento ma anche piedi buoni sono una garanzia di estrema affidabilità e l’impatto con cui domenica nella partita contro la Castellanzese è entrato in campo, ha dimostrato che il Legnano non può prescindere da un giocatore come lui.

Questa è una squadra forte, ho già vinto un campionato con il Sondrio in questa categoria, ne verremo fuori. Dobbiamo restare tranquilli, stateci vicini perchè ho grande fiducia in questo gruppo”. Parole da leader dentro e fuori dal campo e speriamo di avere perciò D’Onofrio in campo dal primo minuto domenica al Chinetti di Solbiate Arno contro il Busto 81, con la sua condizione migliorata dopo questa settimana di allenamenti e la possibilità di un minutaggio più ampio per fruire del suo indispensabile apporto.