Quantcast

La Robur accusata di razzismo fa ricorso

La squadra ha presentato ricorso contro la maxi-squalifica al proprio giocatore

LEGNANO (MI) -L’ambiente è sereno e concentrato sul campionato di Terza Categoria per la Robur Legnano del Presidente Cesare Lombardi.

La socieetà ha la pena sospesa della partita a porte chiuse ed è invece stata posta per un anno sotto osservazione dopo la partita di quindici giorni fa con il Villa Cortese, che aveva visto l’arbitro lamentare a suo danno insulti razzisti.

Abbiamo fatto ricorso naturalmente e in settimana speriamo anche per il nostro giocatore Antonino Italia, colpito da 10 turni di squalifica che la sanzione sia ridotta, perchè siamo totalmente estranei a qualsiasi episodio di razzismo che condanniamo e deprechiamo assolutamente” dice il Ds Ivano Ghezzi.

Abbiamo assolutamente ribadito pure nel ricorso che con il razzismo non abbiamo nulla a che fare: a conferma di ciò, il lunedì stesso dopo la partita incriminata con il Villa Cortese, avevo sentito pure i dirigenti avversari, che avevano anche loro detto di aver sentito solo reclami normali in una partita di calcio sull’arbitraggio, non cori o offese all’arbitro per il suo colore della pelle o la nazionalità. Anzi siamo poi rimasti sorpresi pure dell’espulsione di Italia: nessuno si era accorto di questo. Arrivati negli spogliatoi, l’arbitro ha chiamato i due dirigenti per la firma del referto e tutti e due sono rimasti stupiti nel vedere il nostro giocatore espulso, che poi ha saputo del provvedimento da parte nostra in serata, rimanendo chiaramente altrettanto sorpreso e dispiaciuto“.

Domenica intanto si giocherà a San Luigi Pogliano: “Speriamo che sia una gara alla portata, quelle impegnative le abbiamo fatte: anche domenica scorsa abbiamo sbagliato troppi gol per le occasioni create e incassato dei gol evitabili. Il San Luigi Pogliano è invece reduce da due pareggi, noi non avremo Riva, espulso per due giornate, l’altro difensore centrale Davide Ghezzi, è da vedere se recupererà. Al momento abbiamo un solo difensore centrale di ruolo, il nostro Capitano Giorgio Bianchi“.