Quantcast

Folgore Legnano, testa, cuore e corsa

Mister Giuseppe Colombo dopo la sconfitta con il Cas Sacconago, invita la squadra a ritrovarsi attorno alle proprie armi

LEGNANO –  Nel Campionato di Prima Categoria, questa domenica la Folgore al Pino Cozzi contro l’Union Tre Valli alle 15.30 vuole ritrovare il sorriso dopo la sconfitta di Sacconago.

Mister Giuseppe Colombo sa che è un ciclo duro quello che aspetta  la sua squadra: “Una gara molto difficile, la classifica dell’Union Tre Valli è inferiore di molto al valore della squadra, prevedo pertanto un impegno molto difficile. Il prossimo avversario è partito male come risultati,  ma come squadra ha in assoluto valori importanti, obiettivi stagionali altrettanto importanti, sarà una gara difficile per i miei ragazzi“.

Come mettere in crisi gli avversari, sarà provato e riprovato negli allenamenti serali al Pino Cozzi: “Noi abbiamo fatto bene finora che nel tranne primo tempo di domenica dove la squadra era meritatamente in svantaggio, nel secondo siamo invece andati molto bene, ma deve essere chiaro a tutti che non basta un solo tempo per fare bene, ci vuole continuità, ci vuole un buon approccio, sicuramente a partire dalla prossima partita migliore di quello di domenica scorsa, come avevamo avuto sempre fino a quel momento e infatti quando è mancato, non è stato un caso che si sia perso. Noi siamo una squadra  che deve giocare con la corsa, l’umiltà e quindi le armi nostre sono queste da contrapporre agli avversari che hanno più qualità ed esperienza, se non mettiamo queste armi, diventa più dura…“.

Il calendario non è facile perchè il campionato di Prima Categoria è molto equilibrato: non ho visto grandi differenze tra le avversarie incontrate, quindi bisogna stare molto attenti. La distanza tra le squadre che sono intorno al quarto e quinto posto e quelle che navigano tra il quartultimo e il quintultimo è inesistente: saranno  allora i dettagli, a decidere. Ci sono due o tre squadre superiori alle altre, è un torneo molto equilibrato, i dettagli determinano il risultato. Noi abbiamo avuto anche una serie di contrattempi quando non c’è un infortunio, capita che un giocatore stia male… Dobbiamo però cercare di fare meglio ciò che abbiamo espresso nel primo tempo di domenica. Deve essere chiaro che in questa categoria non si possono regalare nemmeno 10 minuti all’avversario, altrimenti si perde: ci vuole massima concentrazione, con  avversari di qualità come Valceresio, Cas Sacconago che sono ormai 10 e 15 anni che fanno la Prima Categoria e con il Tradate che è stato anche più in alto, bisogna sempre alzare l’asticella dell’attenzione. Noi dobbiamo fare sempre bene, ma solo dando il massimo ciò diventa possibile, con le armi che ci sono congeniali come l’umiltà e la volontà. Non le dobbiamo mai smarrire“.