Quantcast

Legnano con il Busto 81 che partita!

Lilla verso la delicata trasferta di domenica allo storico Chinetti di Solbiate Arno: il Direttore Generale Capocci riflette sul momento

LEGNANO – Dopo la sconfitta di domenica con la Castellanzese, il Legnano domenica giocherà al Chinetti di Solbiate Arno, dove ha trovato casa quest’estate il Busto 81. Il bello del calcio è che si torna subito a giocare dopo anche una sconfitta e che la prossima partita per volere del calendario è un’altra partitissima di cartello.

Dice l’esperto Direttore Generale Romualdo Capocci, facendo il punto della situazione: “Una gara si può perdere chiaramente, anche se domenica magari è dispiaciuto ancor di più anche per il bel pubblico presente che ringraziamo sempre. Però ci può stare una gara persa, che non va a inficiare per nulla il nostro cammino: l’essenziale ora è che arrivi un pronto riscatto nelle prossime due gare, due gare importanti con Busto 81 domenica e Varese al Mari il 4 novembre“.

Siamo solo ottobre, è presto ancora per fare proiezioni: “Ma è chiaro anche che più punti fai e fieno in cascina metti da parte, meglio è, perchè poi te lo ritrovi più avanti...”.

La settimana di allenamenti con Mister Giampiero Erbetta sta proseguendo bene: ha recuperato benissimo D’Onofrio, Nasali invece è ancora po’ in dubbio, di Curci si attende il risultato oggi della radiografia perchè se la frattura si sarà saldata bene, il giocatore che si è sempre allenato, tornerà a disposizione del Mister già domenica.

Lo Stadio Chinetti di Solbiate ricorda vecchie partite, quelle della Solbiatese con i Lilla: “Un bel amarcord, anche perchè il Busto 81 per le gare in casa porta la maglia nerazzurra: sarà un bel colpo d’occhio per chi ama la storia del calcio, andando ai tempi di quelle sfide con i ricordi…. Il Busto 81 è una buona squadra, è una di quelle che dovrebbe essere una delle nostre concorrenti. Chiamiamolo scontro al vertice anche se non lo siamo, perchè questo è comunque pur sempre uno scontro diretto importante, che dobbiamo affrontare con tranquillità e calma. Dobbiamo essere coscienti della nostra forza“.