Magnago: Taekwondo e il segreto di Ibra foto

Le arti marziali sono ricche di insegnamento anche per i calciofili

BIENATE MAGNAGO –  Con il Maestro Marco Bertesina del dojo Centro Taekwondo Magnago si possono scoprire i segreti di quest’affascinante arte marziale coreana, che è alla base di tanti gol spettacolari di Zlatana Ibrahimovic, cultore di questa disciplina…

Le arti marziali sono ricche di insegnamento anche per i calciofili… Zlatan insegna con le sue magie e chi vuole praticarle nella forma del taekwondo può farlo a Bienate frazione di Magnago per il turno dei piccoli e a Magnago per quello dei grandi: il primo turno è presso la palestra di piazza Tricolore, mentre il secondo in via Mameli 11.

Il Maestro Marco Bertesina vi accoglierà con entusiasmo: “In Corea la nostra è l’arte marziale nazionale, ufficiale. Fondamentalmente  la nostra è un’arte marziale completa dove si imparano a usare sia i pugni che il calcio; a differenza delle altre è più incentrata sulle tecniche di calcio. Infatti come diciamo noi le gambe devono diventare delle seconde braccia: ci alleniamo fino ad arrivare a un controllo pari a quello delle braccia. Il taekwondo è un’arte marziale più fluida e dinamica e fondamentalmente va bene anche come pratica amatoriale per chi non vuole avere un riscontro agonistico. La nostra è una disciplina completa che plasma molto punto  dal punto di vista psicomotorio e anche psicologico:  insegna i valori basilari di rispetto, di disciplina, di educazione e pure l’autostima.  Insegna anche quella che è la difesa personale in situazioni di pericolo. E’ utile anche a livello psicologico per un riscontro sull’autocontrollo e l’autostima: si impara anche quella, a confidare di più nei proprie mezzi“.