Olimpiadi invernali all’insegna del NO SPRECO

Lo ha detto il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana al termine dell'incontro nella sede del Coni, a Roma.

MILANO –  “Il primo passo importante lo abbiamo fatto. E’ stata una riunione molto positiva, siamo d’accordo su tutto. Vogliamo assolutamente rispettare l’indicazione del Cio nel realizzare dei Giochi all’insegna della sostenibilità economica, senza alcuno spreco di risorse e con investimenti strettamente necessari”.

Lo ha detto il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana al termine dell’incontro nella sede del Coni, a Roma, sulla candidatura di Milano e Cortina ai Giochi invernali del 2026.

TROVATO EQUILIBRIO PER LE GARE – “Per quanto riguarda le gare – ha spiegato Fontana – abbiamo trovato un equilibrio tra Cortina, la Valtellina, che avrà un pezzo di sci alpino, e Milano per il ghiaccio”.

LA GOVERNANCE – “Sul tema governance – ha proseguito – ci siamo concentrati per il momento su quella riguardante la candidatura: abbiamo costituito un comitato informale, del quale facciamo parte tutti, che dovrà lavorare fino a giugno 2019. Anche se stiamo già valutando le varie soluzioni per il futuro, qualora la scelta del Cio ricada su noi”.

I FINANZIAMENTI – In merito a un intervento economico da parte dello Stato il governatore ha affermato: “Considerato che l’Olimpiade sarà di tutta Italia, mi auguro ci sia un ripensamento del Governo in merito ai finanziamenti. Sono ottimista”.