Quantcast

Palio di Legnano, pesanti sanzioni alla Flora

Il Collegio dei Giudici ha preso in esame le segnalazioni pervenute in merito al Palio 2018

LEGNANO – Sono costati cari i cori intonati nel corso della Traslazione della Croce dai Contradaioli della Flora all’indirizzo di quelli della rivale San Martino, “canti dal contenuto offensivo“, come si legge nel comunicato ufficiale diramato nel pomeriggio di lunedì 15 ottobre.

Il Collegio dei Giudici, a cui da quest’anno tocca per la prima volta, in seguito alle ultime modifiche del Regolamento, l’onere di adottare le sanzioni per il Palio 2018, ha infatti stabilito di assegnare una “deplorazione solenne alla Reggenza ed alla Contrada Flora tutta“, oltre alla “revoca del diritto di sfilare per ultima prima del Carroccio nella sfilata ed alle Cerimonie di rito 2019“.

Ma le sanzioni alla Contrada rossoblù non finiscono qui. Il Collegio dei Giudici ha chiesto al suo Capitano reggente “di rassegnare le dimissioni nelle mani del Supremo Magistrato, riconsegnando la Croce pettorale.

Si tratta di una sanzione tra le più pesanti mai comminate ad una contrada, se si eccettua la squalifica (con tanto di pesante ammenda) per un Palio assegnata nel 2006 alla Contrada San Domenico dopo l’invasione di campo.

Il Collegio dei Giudici ha poi decretato una “deplorazione generale per infrazioni relative alla sfilata“, per l’utilizzo di accessori e modelli non coevi con il periodo storico rievocato a ben sette Contrade: S. Domenico, S. Martino, S. Bernardino, S. Magno, Legnarello, S. Erasmo e La Flora.

Sanzione di 500 euro anche al Capitano della Contrada San Martino, per “aver indossato in sfilata un accessorio in difformità alle regole stabilite e condivise.

Ora le Contrade interessate, ma in particolare la Flora, avranno 10 giorni di tempo per presentare l’eventuale appello al Collegio dei Magistrati.