Quantcast

Le Cocche hanno messo la sesta fotogallery

Le biancorosse battono anche Trescore e mantengono la testa della classifica

BUSTO ARSIZIO – Vince ancora la Futura Volley Giovani e questi sono 3 punti veramente pesanti per le Cocche che si sono sbarazzate in quattro set dell’unica altra squadra a punteggio pieno in campionato, la Don Colleoni Trescore.

A parte il terzo set, quando le bergamasche hanno accusato il colpo, per il resto si è trattato di una partita molto equilibrata, terminata in tre parziali su quattro ai vantaggi, alla fine ciò che ha fatto la differenza è stata la tenacia messa in campo dalle padrone di casa, spinte dal calore del proprio pubblico e da un’organizzazione tattica praticamente impeccabile.

In campo hanno giocato tutte un’ottima partita e MVP del match è stata eletta Valentina Danielli, libero biancorosso, per la sua grande dedizione al sacrificio in chiave difensiva, poi da sottolineare ovviamente i 21 punti di Zingaro e i 18 di Moretto, oltre che i 5 muri di Salvi. Bene anche Rrena, con 15 punti messi a terra e il 33% di ricezione perfetta.

Nota a parte per l’infortunata Rigon (sostituita in panchina da Broggio), ferma ai box per un problema alla schiena: la centrale non ha smesso un attimo di incitare le proprie compagne da fondo-campo, animando la tribuna stampa con il fido coccodrillo e partecipando al pathos del match come se fosse schierata.

PRIMO SET: 1-0 (8-7) (16-11) (26-24)
L’inizio della partita è cattivissimo da parte di entrambe le squadre, con la Don Colleoni che prova da subito a scappare, andando sul +3, ma la Futura reagisce immediatamente e con Rrena pareggia in lungo-linea, poi tra ace di Cialfi, inframmezzati dalla bordata di Rrena, lanciano le biancorosse sul 10-7.

I 5 punti di vantaggio della FVG reggono l’urto della replica bergamasca, con le ospiti che riescono al massimo ad arrivare a 3 lunghezze, poi devono accettare il contrattacco di Zingaro, abile a prendersi, insieme al muro di Salvi, il 16-11. La Don Colleoni però ha la pelle dura e reagisce come poche squadre sono riuscite a fare al San Luigi quest’anno, accorciando fino al 16-14, con l’aiuto di un grande muro.

Il cuore biancorosso però non ha pietà nemmeno per il forte ospite di questa sera e ci vuole poco per le Cocche per ritrovare la fuga, 19-14, con l’ace tagliente di Zingaro, davvero in palla in questa prima frazione, poi il muro di Rrena fa +6: FVG in trance agonistica. Trescore però non è prima per niente (alla pari con le Cocche) e in un nulla è a -2, così Lucchini si gioca la carta Ndoci per Rrena.

Il finale è quindi molto teso, Trescore pareggia, 24-24, dopo scambi intensi e lotte furibonde sottorete, ma la Futura ha carattere da vendere e con la forza del proprio muro riesce a scardinare la difesa ospite, portando a casa il primo, sudatissimo, set della partita.

SECONDO SET: 1-1 (7-8) (16-15) (26-28)
Le bergamasche non ci stanno a perdere e ci tengono a uscire a testa alta dal campo, magari con qualche punto conquistato, così torna in campo nel secondo parziale con una marcia in più, guadagnando punti su punti, senza dettare legge, ma controllando comunque il match (8-11).

La FVG non si lascia intimidire, spinta anche dal calore del proprio pubblico, e ricuce lo svantaggio, arrivando a un solo punto dalle avversarie, 13-14, dopo il doppio ace di Moretto, protagonista della rincorsa biancorossa insieme a Zingaro.

Due punti da servizio di Pinto recuperano fino al 17-17, poi uno scambio durato un’eternità consegna il +1 alle bergamasche, ma queste due squadre sono da applausi, e poco dopo Rrena fa 18-18.

Ultimi scambi comprensibilmente incandescenti, nessuna molla un centimetro e tutte giocano per fare punto, le Cocche però reggono fino al 19-19, dopodiché si rilassano leggermente, lasciando spazio a Colombi e a Pinto (6 punti e 50% in attacco), che confezionano il +3. Da qui in poi è una lotta all’ultimo punto, che vede prima le biancorosse ritrovare il pareggio, ma alla fine è Trescore a festeggiare. La FVG comunque c’è e può ben sperare per il prosieguo della partita: finale di parziale 26-28.

TERZO SET: 2-1 (8-5) (16-11) (25-16)
Che partita! Futura Volley aggressiva e cattiva al punto giusto, mette in campo tutta la propria voglia di vincere e riesce a mantenere un distacco di 4 lunghezze sulle ospiti, non senza fatica ovviamente, perché la Don Colleoni è una squadra forte e caparbia, ma il tabellino recita 11-6, dopo che il muro biancorosso si è imposto per due volte di fila.

Come nei set precedenti ogni allungo è un successivo pareggio, perché nessuna riesce a scappare per davvero, e questa volta è il turno di Trescore che riesce a arrivare all’11-10, poi però si scatena nuovamente la verve offensiva biancorossa e per le ospiti non c’è scampo: 15-11 con Zingaro e muro di Veneriano.

La fuga questa volta però la trova per davvero la compagine di casa che scappa sul +6, lanciata da Rrena, Cialfi (ace) e Salvi a muro (6 punti nel parziale, 3 muri): Trescore incapace di reagire subisce i colpi inferti dalle ragazze di Lucchini.

FVG inarrestabile quanto incontentabile, continua a giocare con rabbia, graffiando ripetutamente le già sanguinanti ferite della retroguardia ospite: 22-14. Nulla da fare quindi per Trescore che vede infrangere i propri attacchi contro le difese di Danielli e Rrena (71% in ricezione) e la FVG si porta sul 2-1, con un impressionante gap di 10 punti sulle avversarie, che a questo punto hanno la certezza matematica di non poter uscire dal palazzetto a punteggio pieno in classifica.

QUARTO SET: 3-1 (8-6) (16-13) (26-24)
In un match dove non c’è mai un attimo di pausa non si può pensare che il quarto set inizi in tranquillità, tant’è che le squadre in campo danno da subito vita a un parziale teso ed equilibrato, dove si rispondono punto su punto, anche se la FVG ha un quid in più e riesce con la scatenata Rrena a tenere il +2 (8-6), dopo aver recuperato da -3.

Parte centrale del set ancora in equilibrio, con le Cocche che provano a lasciarsi dietro le avversarie che però tengono duro fino al 13-13, poi la veloce di Veneriano seguita dall’ace di Zingaro proiettano le padrone di casa a +3, nel mezzo un out di Pinto.

Break fondamentale quello appena ottenuto perché permette di affrontare con maggior serenità la parte finale di set, oltre che di partita, nel caso la FVG sia in grado di gestirla bene, e per il momento sembra farlo, dato che il vantaggio cresce ancora: 20-16.

Trescore rientra subito in partita (22-20), alimentando ancora le proprie speranze e concretizzando il riavvicinamento con il 24-24 (fuori Gabbiadini per infortunio) dopo che Zingaro e Moretto per due volte hanno accarezzato la vittoria, ma l’appuntamento con la gloria è solo rimandato perché ci vuole un attimo per allungare di nuovo e centrare la vittoria con Veneriano, la sesta dopo sei giornate di campionato.

FUTURA VOLLEY GIOVANI-DON COLLEONI TRESCORE 3-1
(26-24; 26-28; 25-15; 26-24)

FUTURA VOLLEY GIOVANI: Veneriano (7), Danielli (L), Cialfi (5), Brioggio (ne), Franchi (L), Grippo, Ndoci, Francesconi (ne), Salvi (13), Tonello (ne), Rrena (15), Moretto (18), Zingaro (21). Allenatore: Lucchini. Assistente: Colombo.

DON COLLEONI TRESCORE: Colombi (6), Capelli, Ravasio (ne), Breda (1), Gabbiadini (9), Fontana, Gallizioli (16), Salvi, Varaldo (13), Milani (2), Pinto (18), Rota (L). Allenatore: Ebana. Assistente: Iseni.

MVP: Danielli (FVG)

NOTE:
FUTURA VOLLEY GIOVANI: 10 ace, 9 errori in battuta, 57% in ricezione (33% perfetta), 35% in attacco, 11 muri.

DON COLLEONI TRESCORE: 10 ace, 11 errori in battuta, 52% in ricezione (33% perfetta), 33% in attacco, 4 muri.