Lilla, facciamo un bel regalo a Gigi Riva

Domenica trasferta a Mariano, campo difficile ma il Legnano giochi da Legnano

LEGNANO – Dopo la riconferma di Mister Giampiero Erbetta, il Legnano del Presidente Giovanni Munafò si prepara anche oggi in via Parma alla partita di domenica fuori casa a Mariano.

Il Legnano a dire il vero non è mai “fuori casa” perchè con i tifosi che ha in questa categoria, di riflesso l’Eccellenza brilla come una Champions, ma ora tocca ai ragazzi rispondere dopo la brutta partita contro il Varese con un risultato pieno e un gioco brillante “da Legnano” .

Non ci sono storie, quella lilla se si guarda la rosa è la squadra più forte del girone: la squadra è nata con un’ambizione precisa che tutti sappiamo. La piazza è in fermento, c’è scontento tra i tifosi e ci si attende logicamente un Legnano sicuramente diverso da quello di domenica.

Inizi allora come un nuovo “campionato”: la maglia lilla, che ha lanciato il grande Gigi Riva che salutiamo nel giorno del suo compleanno, non è un peso sulle spalle, ma un grande stimolo a fare bene, a scendere in campo decisi e determinati, perchè si rappresenta una storia di calcio nazionale, un tifo che altrove si sognano.

Il nome di Mariano associa anche brutti ricordi del passato, come il 5 a 4 della stagione 2015/16 ma acqua passata non macina più e i fantasmi dei brutti ricordi calcistici esistono solo per essere esorcizzati con una grande prestazione, perchè di alibi a questo punto non esistono davvero più.

Il Mariano di Mister Danilo Battistini in questo campionato d’Eccellenza sta praticando un 4-4-2 con Comi in porta, a destra il ’98 Casartelli e a sinistra Bianchi. I centrali sono il ’97 Malvestiti e Tamai, l’anno passato alla Castellanzese. A centrocampo Iacopetta è a destra mentre a sinistra c’è il ’99 Gualandris. In mezzo naturalmente fosforo ed esperienza con Cassamagnaga, affiancato dal giovane 2001 Zorloni. Davanti occhi aperti per Giugliano e Milazzo, anche lui ex Castellanzese. I contropiedi del Mariano sanno come fare male in velocità all’avversario.

Noi, con tutto il rispetto per gli avversari, siamo però il Legnano, oggi più che mai prepariamoci a fare un bel regalo di compleanno a Rombo di Tuono, spedendolo domenica da Mariano