Quantcast

Parabiago investe milioni di euro per le strutture sportive

Piscina comunale e campo sportivo Ferrario saranno completamente riqualificati

PARABIAGO – Una variazione di bilancio che libera quasi 8 milioni di euro da destinare agli investimenti che vedranno realizzare opere pubbliche nel corso del 2019. Una somma importante per la Città di Parabiago e fino ad oggi vincolata a Roma e che, grazie a un cambio di rotta ministeriale in tema di finanza pubblica (circolare n.25/2018 del Ministero dell’Economia e delle Finanze), ha permesso all’Amministrazione Cucchi di svincolare l’avanzo di amministrazione che permetterà di anticipare al 2019 la realizzazione di opere pubbliche già programmate negli anni successivi.

“I quasi otto milioni di euro, ovvero la somma relativa all’avanzo di amministrazione, sono tasse pagate dai cittadini parabiaghesi e fino ad ora vincolati a Roma per politiche finanziarie basate sul pareggio di bilancio. Da sempre sosteniamo –spiega il sindaco Cucchi- che queste somme andrebbero trattenute e utilizzate dal Comune, finalmente l’attuale Governo inserisce questa opportunità che rappresenta una novità assoluta in tema di finanza pubblica. Questa disponibilità economica ci permette, quindi, di anticipare alcune opere pubbliche programmate negli anni successivi all’esercizio 2018. Inoltre, per effetto delle nuove risorse disponibili, abbiamo inserito nuovi interventi di cui la nostra Città ha bisogno.”.

Per lo sport nel dettaglio:

 

  • 708.000,00 euro per la manutenzione straordinaria della piscina comunale

  • 2.100.000,00 euro (di cui 140.000,00 già previsti in bilancio) per la riqualificazione del campo sportivo

    Libero Ferrario

  • 300.000,00 euro per la pista ciclabile viale Lombardia – via Amendola – via Minghetti

  • 30.000,00 euro per l’implementazione stanziamento per la recinzione campo sportivo Libero Ferrario (di cui già previsti in bilancio 220.000,00 euro)

  • 450.000,00 euro per l’ampliamento e la manutenzione delle strutture presso il campo sportivo Venegoni – Marazzini