Colpo Milano: Civitanova domata in tre set fotogallery

Vittoria meritata dei meneghini contro una pretendente per lo Scudetto

BUSTO ARSIZIO – Una partita incredibile quella vista al PalaYamamay oggi pomeriggio, che ha per protagonista una grandissima Revivre Axopower Milano, artefice di una vittoria sudata e voluta dal primo all’ultimo scambio contro la corazzata Civitanova, visibilmente imballata e priva di idee, tenuta in vita a tratti da Juantorena e Sokolov ma senza un vero e proprio gioco di squadra, forse ancora tramortita dalla sconfitta ad opera di Trento nella finale del Mondiale per Club.

Milano ha giocato con dedizione, grazie al grande gruppo che ha saputo supportare i suoi avanti, Nimir, Clevenot e l’MVP di giornata Stephan Maar, pregevole sia in difesa ma soprattutto in chiave offensiva, dove ha mostrato tenacia e precisione.

Fondamentale anche l’apporto dei centrali Kozamernik e Piano, autori di 9 punti a testa e complessivamente di 5 muri.

La grande cornice di pubblico (2758 spettatori) ha contornato l’impresa della Revivre che così affronterà con grande entusiasmo la trasferta di Trento di mercoledì, per recuperare la partita di domenica scorsa, rinviata per la partecipazione dei trentini campioni del Mondo alla rassegna continentale.

La cronaca:
Avvio spumeggiante di Milano, come poche volte capitato in questa stagione peraltro contro un avversario di altissimo livello: Nimir è in forma, i centrali funzionano a dovere e la Revivre fa 8-5 con il primo tempo di Kozamernik. Milano prosegue con convinzione, la Lube gioca impacciata e fatica: 14-10 con pallonetto di Maar, poi la pipe di Clevenot fa 15-11.

Civitanova non riesce proprio a entrare in partita mentre Milano macina gioco e punti, difendendo puntualmente e con precisione, grazie anche a un muro solido e impenetrabile, il punteggio parla chiaro: 20-14 grazie a un Kozamernik in stato di grazia. Doppio Clevenot, su azione e da servizio, proietta i suoi verso la vittoria di un set dominato (ultimo punto l’ace di Kozamernik), Civitanova non pervenuta.

La Revivre torna in campo nel secondo set con la stessa fame che ha contraddistinto i poderosi attacchi del parziale appena concluso ma la Lube non è da meno, seppur scossa, riesce a contenere gli avanti meneghini nei primi scambi (5-3 con pipe di Maar) per poi piazzare il break del sorpasso, 5-7 di Leal.

I padroni di casa ci credono (10-8, 13-11) ma di fronte hanno degli avversari che a questo punto vogliono vendere cara la pelle, così la Revivre subisce Juantorena e Sokolov (13-14), ma il tiramolla continua con muro di Piano e fucilata di Nimir: 16-14. Dopo il sorpasso la Lube non si riprende, Milano prosegue con la sua positiva vena offensiva, spinta da Nimir, Maar e Kozamernik, e si guadagna almeno un punto, impensabile fino alla vigilia.

Di prepotenza Milano si prende subito il 4-1 anche in avvio di terzo parziale, grazie al doppio ace di Nimir, mentre su sponda marchigiana solo Juantorena prova a inventarsi qualcosa ma non può caricarsi sulle spalle l’intera squadra e così i ragazzi di Giani scappano sul 10-5 (primo tempo di Piano e mani-out di Maar).

Milano oggi insegna volley, Civitanova ha solo da imparare: Sbertoli sale in cattedra, segna di furbizia poi si erge a muro mettendola a terra con cattiveria, subito dopo Maar spara l’ace del 15-8. Civitanova si accende nella fase centrale del set con Sokolov e Leal (16-13) ma Milano ha carattere da vendere e va a +4 (ClevenotNimir).

Totalmente assente la reazione degli ospiti, Milano invece continua a volare e segna ancora due volte con Maar e grazie al muro di Piano su Juantorena: 21-15. La Lube ha una scintilla con Sokolov e Juantorena (23-21) ma Clevenot si erge a cannoniere spietato, segnando i due punti finali.

REVIVRE AXOPOWER MILANO-CUCINE LUBE CIVITANOVA 3-0
(25-17; 25-22; 25-21)

REVIVRE AXOPOWER MILANO: Abdel-Aziz 14, Hoffer (L, ne), Basic ne, Kozamernik 9, Izzo ne, Sbertoli 2, Maar 13, Hirsch ne, Gironi ne, Piano 9, Bossi, Clevenot 11, Pesaresi (L). Allenatore: Giani. Secondo allenatore: De Cecco.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 12, D’Hulst, Marchisio (L, ne), Juantorena 10, Massari 2, Stankovic 3, Diamantini, Leal 9, Sander ne, Cantagalli 1, Cester 3, Simon 4, Bruno 1, Balaso (L). Allenatore: Medei. Secondo allenatore: Camperi.

ARBITRI: La Micela-Lot. Terzo arbitro: Lambertini.

MVP: Maar (Revivre Axopower Milano)

Note:
REVIVRE AXOPOWER MILANO: 6 ace, 12 errori in battuta, 33% in ricezione (18% perfetta), 57% in attacco, 9 muri.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: 5 ace, 10 errori in battuta, 26% in ricezione (13% perfetta), 47% in attacco, 6 muri.