Quantcast

La FVG conserva l’imbattibilità contro la Lilliput

Le Cocche faticano contro le piemontesi ma trovano ugualmente la decima vittoria consecutiva

LEGNANO – La Futura Volley Giovani realizza il “perfect ten” nella sfida forse più difficile della stagione: contro la Lilliput Settimo Torinese, infatti, le biancorosse si trovano più volte a soccombere a delle avversarie concrete in fase difensiva e pericolosissime al servizio. Più volte vicine a capitolare (1-2 dopo il terzo set, 9-12 per le ospiti nel tie-break), le Cocche compiono però uno straordinario lavoro per rimanere in partita nella quarta frazione, chiusa con un 25-18 senza appelli, e soprattutto per ribaltare tutto nel finale del quinto set, suggellato dal muro di Francesconi per chiudere un match quanto mai faticoso.

In una serata in cui Moretto stecca (evento più unico che raro in questa prima parte di campionato), il carattere ha portato in dote la decima vittoria in altrettanti incontri stagionali: i 16 muroni inflitti alla Lilliput sono la nota più felice di una giornata che ha visto emergere Salvi (MVP con 6 block-in all’attivo) e Veneriano.

Vittoria non piena, quindi, ma pesantissima: il trionfo casalingo consente a Cialfi e compagne di mantenere i 4 punti di vantaggio sulla più diretta inseguitrice (ovvero la Picco Lecco, corsara a Vigevano), di conservare l’imbattibilità del San Luigi e, soprattutto, di concludere un 2018 da sogno con l’ennesimo sorriso.

PRIMO SET: Busto scende in campo nel consueto starting six che prevede Moretto opposta a Cialfi, Veneriano e Salvi al centro, Rrena e Zingaro in banda più Danielli libero; la Lilliput sceglie invece le diagonali Barazzone-Tessari, Mezzi-Valentina Re, Pasca-Spadoni e Ghirotto libero. Una fase di studio iniziale precede il primo vantaggio, firmato dalle biancorosse con Rrena (4-2); ancora la schiacciatrice di casa affonda per il +3 dopo un’azione combattuta (6-3). Sul turno in battuta di Mezzi le ospiti trovano il pareggio (7-7) ma devono fare a meno di Valentina Re, infortunata alla caviglia; il primo muro del match, targato Salvi, inaugura una lunga fase di equilibrio in cui Veneriano trova il modo di piazzare un nuovo block-in (12-12). Un attacco di prima intenzione e un muro in sequenza portano la stessa firma, ed è quella di Cialfi: la Futura si porta sul 14-12, vantaggio poi recuperato dalla Lilliput grazie a un’invasione (16-16). Salvi punisce una cattiva ricezione ospite per il 19-17, il punteggio viene però immediatamente ribaltato da Settimo (19-20) e Lucchini è costretto a chiamare timeout. La concitata fase finale, vissuta su continui capovolgimenti di fronte, si dipana ai vantaggi: Rrena trova il primo set point, la Lilliput ribalta tutto con un ace di Pasca e con l’attacco vincente del 25-27.

SECONDO SET: Ripartono a mille le Cocche, brave a piazzare in apertura un vantaggio consistente sfruttando le incertezze difensive ospiti (4-0); il rientro della Lilliput a muro (6-3) non basta a impensierire la Futura, che torna a premere sull’acceleratore e a capitalizzare al massimo gli errori altrui (9-3). Rrena affonda l’11-4, quindi le biancorosse contengono una piccola reazione ospite bloccata dal murone di Salvi (13-6); i fantasmi della frazione precedente tornano però prepotenti a metà set, in cui Settimo vive un buon momento e mette paura a Busto (14-10). Zingaro colpisce d’astuzia da posto 4 per il 17-12, il divario viene presto ampliato dalla fast di Veneriano (19-12); le ospiti non si rialzano più, anche a causa dei molteplici errori in fase offensiva (dal 21-13 al 23-13 Settimo mette out tutti gli attacchi). Il muro di Salvi del 24-14 anticipa l’attacco di Rrena per il pari (25-16).

TERZO SET: Settimo si rianima in avvio di parziale, con un paio di colpi d’astuzia in attacco che colgono di sorpresa la retroguardia di casa (2-4); pareggio e sorpasso sono firmati da Rrena in lungolinea (5-4), è quindi la Lilliput a giovarsi di una clamorosa concentrazione difensiva che la porta sul 6-8. Il 7-10 ospite convince Lucchini alla sosta discrezionale, la quale però non sortisce alcun effetto: la Futura affonda fino al 7-13, e l’ace di Pasca la fa scivolare fino a meno 7 (8-15). Un fallo inesistente fischiato a Francesconi sull’ipotetico 10-15 fa prendere al set una piega ancor più netta: sul 9-18 le biancorosse escono virtualmente dal campo, non basta l’ace di Cialfi (12-21) a rimettere a posto una situazione già compromessa.

QUARTO SET: Francesconi, in campo da metà della scorsa frazione, viene riconfermata in campo; Salvi e Veneriano firmano il 3-1 iniziale, il vantaggio aumenta grazie all’ace di Zingaro (5-2). La Futura non riesce ad andare in fuga e la Lilliput ne approfitta, riportandosi a contatto delle padrone di casa (7-6); una ricezione errata sul servizio di Pasca propizia la parità al punto 8, le biancorosse tentano nuovamente di scappare e nuovamente vengono riprese da un servizio che provoca troppi problemi alla ricezione (10-10). Il vantaggio ospite arriva sul 12-13 ed è il risultato di un altro errore bustocco, una lunga fase di equilibrio premia però la Futura che approfitta dell’errore di Valentina Re per portarsi sul 17-15; il doppio servizio vincente di Cialfi manda le biancorosse sul +5 (20-15) e conduce alla seconda sosta chiamata da coach Medici. La fase in battuta di Mezzi rimette Settimo in carreggiata, Busto però risponde in maniera perentoria con l’affondo di Veneriano (23-18); la chiusura del set arriva grazie a un ace di Salvi (25-18).

QUINTO SET: Salvi riprende da dove aveva terminato e piazza a muro il primo punto del tie-break; Zingaro non vuole essere da meno e stampa il block-in singolo che porta il punteggio sul 4-1. Nel momento migliore la Futura perde il passo e concede troppo alle avversarie (ace Re, 4-4), un fallo in attacco di Rrena porta al primo sorpasso ospite (6-7). Il cambio campo vede la Futura avanti di uno (8-7), non basta però a fermare la controffensiva ospite abile a sfruttare nuovamente il servizio (9-11). Sul 9-12 e una situazione quasi compromessa, le biancorosse risorgono dalle proprie ceneri per piazzare il 6-0 finale: aiutate anche dal rosso inflitto sul 13-12, la Lilliput capitola sul muro di Francesconi che chiude il match (15-12).

TABELLINO:

Futura Volley Giovani – Lilliput Settimo Torinese 3-2 (25-27, 25-16, 15-25, 25-18, 15-12)

Futura Volley Giovani: Veneriano 13, Danielli (L), Cialfi 8, Franchi ne, Grippo ne, Ndoci, Francesconi 5, Rigon ne, Salvi 13, Tonello, Rrena 15, Moretto 5, Zingaro 15. All. Lucchini. Battuta: errate 10, ace 7. Ricezione: 61% positiva, 36% perfetta, errori 6. Attacco: 34% positività, errori 15, murati 5. Muri: 16.

Lilliput Settimo Torinese: Crespan ne, Mezzi 10, Ottino, Pasca 4, Spadoni 13, Martina Re 8, Baiotto ne, Ghirotto (L), Ferrua ne, Brussino ne, Tessari 11, Barazzone 2, Valentina Re 13. All. Medici. Battuta: errate 8, ace 6. Ricezione: 62% positiva, 37% perfetta, errori 5. Attacco: 33% positività, errori 15, murati 16. Muri: 5.

Dario Cordella
Futura Volley Giovani
(foto Stefano Moroni)