Sangio contro Oleggio per continuare la scia.

Inizio alle 18 e durante gli intervalli della gara si esibirà il corpo di ballo di Art'Ballet.

SAN GIORGIO SU LEGNANO –  Arriva l’Oleggio e i ragazzi di coach Quilici voglio trovare conferme sotto l’albero. E di turno Pietro Ponzelletti,  guardia classe 1997 che è stata fortemente voluta da coach Passera ad Oleggio, dopo la buona stagione giocata lo scorso anno a Cislago con più di 8 punti di media a partita.

Per i Draghi non sarà una partita facile. La concentrazione dovrà essere massima per tutta la durata dell’ incontro. I blu arancio stanno preparando bene la sfida con gli squali e come al solito spronati da coach Quilici è dal suo staff, si stanno impegnando al massimo in palestra e con dedizione per regalare alla società e ai loro tifosi un ritorno al successo casalingo dopo la sconfitta interna patita con Firenze.

Ecco il vice coach Davide Roncari.

Partita molto importante quella che dovrete affrontare domenica, che gara vi aspettate?
“Ci aspettiamo una gara difficile, loro sono 1-4 nelle ultime cinque partite e vorranno sicuramente rifarsi. Sono una squadra molto buona che può giocare con quintetti grossi, e mettere intensità e agonismo, dovremo farci trovare pronti sin dall’inizio senza regalare nulla”.

Oleggio è un mix tra esperienza e giovani di prospettiva, chi potrà incidere maggiormente nel match?
“Si hai detto bene, sono una squadra esperta con ottimi giovani in aggiunta, Parravicini su tutti, che arriva da una partita ottima settimana scorsa contro Varese e il nostro ex Ponzelletti che sta trovando spazio e minuti importanti. Hanno individualità importanti, Pilotti, Gallazzi, Marusic possono essere pericolosi sia vicino che lontano dal ferro, spesso giocano insieme aprendo il campo per le penetrazioni di Hidalgo e Valentini.”

Quale sarà la chiave dell’incontro?
“La prima cosa sarà non far entrare in ritmo i loro terminali principali, essere presenti da subito in transizione difensiva e imporre il nostro ritmo.
Sicuramente proveranno a mettere in difficoltà i nostri piccoli vicino al ferro, e qui dovremo essere molto bravi e  pronti ad aiutarci tutti insieme.”