Quantcast

SANGIO: ultima fatica dell’anno

Questa sera al Pala Bertelli contro Piombino

SAN GIORGIO SU LEGNANO –  Per l’ultimo incontro del 2018 i blu arancio ospiteranno questa sera al Pala Bertelli Piombino. La squadra di coach Andreazza, attualmente al terzo posto, cercherà di consolidare la sua classifica contro i ragazzi di coach Quilici. I toscani finora sono stati protagonisti di un buonissimo campionato.

Forti di un gioco dinamico e fisico, sanno trovare ottime soluzioni sia in campo aperto che nel pitturato. Il roster per gran parte riconfermato, ha visto l’innesto di due pedine di spessore come Fratto e Mazzantini.
Francesco Fratto ala classe 1991, nelle ultime due stagioni in forza ad Omegna, é un combattente, che alla volontà e alla forza fisica, sa affiancare doti tecniche molto buone. Sa muoversi bene sotto i tabelloni ed ha un’ ottima mano dalla distanza. In questa stagione sta tirando con il 59% da due e con il 72% dai liberi , ottimo ai rimbalzi sia difensivi che offensivi. Saverio Mazzantini, ala classe 1995 é un buonissimo tiratore dalla distanza e nelle ultime due stagioni in B a Cecina e a Pavia non è mai sceso sotto il 35%. Molto bravo anche dalla lunetta, in questa stagione sta tirando con il 43% da 2 e l’82% dai liberi e con il 39 % da 3. Grazie ad una solida struttura fisica e alla sua esplosività è in grado di prendersi soluzioni ad alta efficienza realizzativa anche nei pressi del canestro oltre che a un buon numero di rimbalzi. Oltre a loro Piombino può contare su l’apporto di un  giocatore di talento e qualità come Alessio Iardella, play/guardia classe 1998  che in questa stagione sta tirando con il 45% da 2, il 40% da 3 e l’83% dalla lunetta . Insieme a lui sotto le plance ci sarà Edoardo Persico, centro solido che sta tirando con il 52% da 2 e vanta numerose palle recuperate ai rimbalzi.

Per i draghi sarà una partita molto difficile, che andrà giocata con alta intensità dall’inizio alla fine, con determinazione , attenzione e coraggio.

Sentiamo che ne pensa il vice coach Davide Roncari. 

Come arriva la squadra al match casalingo contro Piombino, dopo le ultime 3 vittorie consecutive e le feste Natalizie?

“Arriviamo decisamente carichi. La vittoria di Valsesia è stata molto importante. Abbiamo giocato una partita solida, su un campo difficile. Abbiamo dato a tutti un riposo di tre giorni per permettere ad ognuno di passare il Natale a casa con le proprie famiglie e poter ricaricare bene le batterie per il proseguo del campionato.”

Piombino è una squadra solida ed attrezzata di alto profilo nel girone. Chi potranno essere i giocatori più pericolosi?

“Piombino è una squadra ottima, ben allenata, che sta facendo un buonissimo campionato. Allo zoccolo duro dell’anno scorso hanno aggiunto due giocatori importanti come Mazzantini e Fratto. Se devo farti un nome di un giocatore tra i più pericolosi ti direi Iardella, guardia che a volte parte dalla panchina e cambia la partita. Ottimo nell’ attaccare il ferro e correre a tutto campo.”

Finora i ragazzi sono stati protagonisti di un’ ottima parte del campionato e seppur senza vittoria con le prime tre della classe, hanno dimostrato di poter ambire anche a risultati differenti. Che cosa servirà per avere la meglio di una corazzata come Piombino?

“Servirà stare sul piano partita per tutta la gara, senza lasciare minuti di blackout e mettendo tutto quello che abbiamo sul campo. Ognuno deve portare il proprio mattoncino, dobbiamo essere capaci di reagire quando alzeranno il livello di intensità aiutandoci tutti.”