Quantcast

Uyba vittoriosa in Austria

Le biancorosse vincono in tre set e ipotecano il passaggio ai quarti

LEGNANO – Missione compiuta: la Yamamay E-Work vince nettamente l’andata degli ottavi di finale di Cev Cup a Graz e ipoteca così il passaggio ai quarti. Il 3-0 biancorosso al Raiffeisen Sportpark permetterà infatti a Gennari e compagne il lusso di poter affrontare il ritorno (24 gennaio a Busto Arsizio) con maggior tranquillità: sarà infatti sufficiente vincere due set per ottenere il pass al turno successivo (possibili avversarie le francesi del Mulhouse, vincenti per 3-1 nell’andata con il Fatum Nyiregyhaza).

Pur senza Vittoria Piani, rimasta a Busto Arsizio per effettuare terapie contro il mal di schiena (in panchina la giovane Bulovic), le farfalle non hanno avuto difficoltà a piegare le pur volenterose avversarie. Troppa la differenza tecnica in campo, chiara sin dal primo set; per la UYBA Grobelna top scorer con 17 punti, seguita da Meijners, titolare per tutto il match, con 12.

In pillole: la UYBA parte con Orro – Grobelna, Bonifacio – Berti, Gennari – Meijners, Leonardi libero. Graz risponde con Grebien – Aichholzer, Nesimovic – Dumphart, Dorfler – Ebster Schwarzenbe, Radl libero.

Nel primo parziale le farfalle dominano con Grobelna (5 nel set) e Meijners 7 (con 2 ace e 2 muri) protagoniste. Finisce presto 11-25.

Il secondo game è più equilibrato grazie all’ingresso di Ehrhart (5 nel parziale) e alla battuta austriaca. E’ equilibrio fino al 18-18, poi le farfalle allungano grazie al contributo di Botezat (dentro per Bonifacio) ed Herbots (5 in metà game, dentro per Gennari); chiude Meijners 21-25.

Nel terzo set Mencarelli conferma Botezat, Herbots e inserisce Cumino in regia: è di nuovo dominio (1-5, 8-17) grazie ad un bel filotto di Cumino in battuta, con Grobelna (6 nel game) e Herbots (5 con l’83%) a finalizzare. L’ultimo punto è proprio di Herbots (14-25).

Sala stampa:
Mencarelli: “La partita è stata come l’aspettavamo, una gara in cui è stato difficile tenere il nostro ritmo, perchè un avversario così tende a spezzare molto la continuità del gioco e quindi siamo stati costretti a rincorrere situazioni che non siamo abituati a gestire. Con palla in mano a noi per larghi tratti è stato facile chiudere gli attacchi, mentre nel secondo set un po’ di fatica in rice sulle loro battute forzate ha consentito a Graz di prendere fiducia e tenere più in equilibrio lo score. Per il resto poco da raccontare“.

Il tabellino
UVC Holding Graz – Yamamay E-Work Busto Arsizio 0-3 (11-25, 21-25, 14-25)

UVC Holding Graz: Schröttner, Dörfler 7, Aichholzer 1, Dumphart 3, Tuluk, Konrad ne, Ebster Schwarzenberger 5, Ehrhart 12, Grebien, Nesimovic 1, Oberhauser (L), Witsch 3, Peischl, Radl (L). All. Jesenko. Battute vincenti 5, errate 8. Muri: 2.

Yamamay E-Work Busto Arsizio: Bulovic ne, Peruzzo ne, Herbots 10, Grobelna 17, Gennari 1, Cumino 1, Orro 1, Leonardi (L), Bonifacio 4, Meijners 12, Berti 6, Botezat 4. All. Mencarelli, 2° Musso. Battute vincenti 12, errate 4. Muri: 6 (Meijners 3).

Arbitri: Hulka – Jettkandt

Spettatori: 210

Ufficio Stampa UYBA – Giorgio Ferrario