Quantcast

Altra grande impresa in Serie A1 per la Moderna Legnano

Entusiasta e soddisfatta del risultatola direttrice tecnica Elisa Porchi

SANSEPOLCRO (AR) – Altra grande impresa nella prima tappa del campionato di serie A1 di ginnastica ritmica, per la Ginnastica Moderna Legnano.

Orfane di Laura Paris, ormai stabilmente in Nazionale, le senior Anna Stucchi ed Elena Varallo, con il supporto di Ekaterina Vedeneeva, la ginnasta russa attualmente in forza alla Slovenia e per il terzo anno consecutivo in gara con la squadra del Carroccio, partono con il piede giusto.

In questa prima uscita, convocate a completare la rosa tre junior, Giorgia Asturi e Daniela Colella, entrambe classe 2005, e alla sua prima convocazione la più piccola del gruppo, Chiara Piazzese del 2006.

La Moderna da sorteggio è la prima squadra a scendere in pedana ed è Elena la “capitana” ad aprire le danze, in gara con la fune. Ginnasta esperta ed elegante, esegue un ottimo esercizio con un solo errore. La fune è un attrezzo che difficilmente porta punteggi molto alti, buono il 13.700 finale.

Anna al cerchio rasenta la perfezione, una perdita verso la fine non le impedisce di chiudere con un egregio 16.250.

Reduce da un viaggio estenuante ed influenzata, è la volta di Ekaterina alla palla. Anche lei non è perfetta, sul tabellone compare 17.300, il suo contributo è sempre buono e costante, anche se da una ginnasta top ci si può attendere qualcosina di più.

Di nuovo Anna, questa volta alle clavette, è un mix di bravura, esperienza, tenacia e classe, una perdita anche qui, ma il suo apporto è sempre notevole, conclude con 15.400.

Si chiude con un nastro da manuale, senza errori , anche per Elena in questa gara è doppio attrezzo, il punteggio è fissato a 13.650.

La squadra si piazza sesta su dodici, tante sono le squadre che compongono la massima serie di ginnastica ritmica, sorprendendo ancora una volta con il miglior piazzamento di sempre.

Merita menzione anche la ginnasta legnanese Simona Zorzetto in prestito all’Aretè Catania per il campionato di Serie B che si è svolto domenica mattina, con le clavette e con due perdite d’attrezzo ha concluso con un buon punteggio di 11.950, significativo per il suo esercizio denso di rischi e di difficoltà.

Entusiasta e soddisfatta del risultato e delle sue ragazze la direttrice tecnica Elisa Porchi, mentre il Presidente della società Claudio Malamisura, sempre di supporto alla squadra nelle trasferte, ribadisce: “La strada è ancora lunga. Le difficoltà arriveranno, lo sappiamo, ma lo spirito è quello giusto, ci proviamo fino all’ultima tappa e comunque vada per noi sarà un successo“.

Prossimo appuntamento a Bologna il 9 febbraio, per quello che è il “Campionato più bello del mondo”, come testimonia la presenza costante delle migliori ginnaste del panorama internazionale.