Giovanili Varese, è tutto finito!

La lettera del responsabile area didattica del Varese calcio è un invito ad andarsene

VARESE –  Con una lettera aperta il Responsabile Area Didattica Calcio Varese  Marco  Caccianiga punta il dito contro la società ed invita bambini e famiglie a migrare altrove.

Si sta consumando la peggiore farsa della storia biancorossa – scrive – . Ci hanno traditi, illusi, ingannati, sedotti e poi abbandonati. La Gabbietta Martino ridotta a pascolo notturno per volpi e randagi, il Sintetico Speroni da gemma preziosa a fondo di bottiglia di quart’ordine. Ci avevamo creduto. Io per primo,cari bambini, con Massimo e Sara, davvero convinti che potesse essere la ripartenza giusta, una nuova scalata verso l’infinito e oltre. Pensavamo di parlare con Buzz Lightyear ed, invece, abbiamo conosciuto Dart Fener. Il Lato Oscuro ha prevalso sul biancorosso. L’ombra della disfatta, già sperimentata e sofferta, ha oscurato persino il vostro sorriso. E’ la palese dimostrazione che l’uomo ha la memoria corta e non impara e verrà travolto, ogni volta, a prescindere dall’esperienza.

Se non vi vogliono, cari bimbi, non vi meritano. Non costituite una priorità, siete una ruota di scorta, neppure degni di farvi una bella doccia calda dopo l’allenamento. Ed allora, figlioli, poiché io – con Paola, Cosimo, Federico, Paolo, Stefano ed altri amici – ho vissuto l’epopea biancorossa, vi dico che è immorale continuare a tollerare una simile situazione. Esistono, in provincia ed in città, numerose Società di Calcio che garantiscono una sana attività con personale qualificato e strutture adeguate. Non lasciate che questo Varese vi mortifichi. Non è più il nostro. Voi avete il DIRITTO di svolgere un’attività motoria sana. Anche coloro che ci hanno portato a questa situazione sono stati bambini, ma non ricordano, oppure vogliono dimenticare. Noi non vogliamo diventare come loro, vero bambini? Non abbiamo voglia di crescere, stiamo bene cosi”.