Quantcast

La Folgore illumina una spenta Aurora risultati

Bertola torna al gol, per i legnanesi vetta in solitaria

LEGNANO – Domenica 20 gennaio al Pino Cozzi di Legnano va in scena la seconda giornata del girone di ritorno del campionato di prima categoria. Si sfidano due squadre a pari punti al secondo posto in classifica, Folgore Legnano e Aurora Cerro Cantalupo. Mister Colombo schiera il consolidato 3-5-2, Bertuola in porta supportato dal solito quinquetto: Panozzo, Castellotti, Cattaneo, Re e Monti. A centrocampo giocano Moretta, Ciocia e Russo, coppia d’attacco Gazzardi e Bertola. Colombo Federico unico subentrato a pochi minuti dalla fine. A disposizione Colombo A., Ristori, Scadroglio, Catalano, Chiodini, Brun, Gagliardi e Gadda.

Fischio d’inizio alle 14.30 e padroni di casa subito arrembanti, la Folgore incomincia con il piede ben schiacciato sull’acceleratore e nei primi venti minuti costruisce almeno tre occasioni nitide da gol. Le prime conclusioni escono dai piedi di Panozzo, mancino alto sopra la traversa, e Moretta, destro da buona posizione che centra il corpo del portiere. Alla mezzora del primo tempo anche Gazzardi entra nel vivo del match e spreca due situazioni golosissime, prima trova un legno clamoroso dopo uno spettacolare aggancio aereo e poco dopo cerca un pallonetto da posizione defilata che accarezza il palo sinistro.

A una manciata di secondi dall’intervallo è però l’Aurora a sfiorare il vantaggio, conclusione da posizione ravvicinata e salvataggio di un attento Bertuola.

Il secondo tempo ricomincia con lo stesso canovaccio, gli ospiti cercano di imporre un possesso palla lento e prevedibile, la Folgore riparte e si rende pericolosa. E’ verso la metà della seconda frazione di gioco che una di queste ripartenze risulta letale, sugli sviluppi di una palla recuperata Gazzardi serve Moretta che confeziona un preciso filtrante, Bertola si trova a tu per tu col portiere ed insacca all’angolino con freddezza.

Cambia il parziale a Legnano, l’attaccante grigio-rosso si sblocca dopo un lunghissimo periodo di stop, 1-0 per i padroni di casa. L’ultima fase della partita si gioca sul filo del rasoio, gioco spezzettato e grande nervosismo in campo, tant’è che a pochi minuti dal termine l’Aurora resta in dieci uomini, espulsione ingenua e partita praticamente in ghiaccio. Dopo tre minuti di recupero il direttore di gara fischia tre volte, la Folgore Legnano trova la decima vittoria stagionale e si conferma come miglior difesa del torneo. Complici gli altri risultati del girone la squadra di Legnano conquista la vetta della classifica in solitaria a +2 sulle inseguitrici.

Al termine del match abbiamo chiesto a Davide Bertola (nella foto): torni al gol dopo tanti mesi di stop, era la terza partita consecutiva da titolare e per la prima volta ti trovavi di fronte una delle squadre delle posizioni più alte della classifica. Un’ottima prestazione ed un gol partita che proietta la Folgore in vetta alla classifica. Come cambia ora la tua stagione e come cambia quella della squadra?

Risponde così il laterale della Folgore: “La mia stagione sicuramente non cambia, sia che giocherò ancora titolare sia che capiti di stare nuovamente in panchina. Non mi ritengo un vecchio, ma ho qualche anno di esperienza alle spalle e ciò che conta alla fine è sempre la squadra. La Folgore deve ricordarsi l’obiettivo, siamo partiti puntando alla salvezza ed ora manca solo qualche punto per stare tranquilli. Dopodiché potremo pensare ad altro, poi l’appetito verrà mangiando”.

Appuntamento a domenica prossima, terza giornata del girone di ritorno, sfida ricca di nostalgia. Trasferta a Tradate, la Folgore ritrova mister Garantola.