Quantcast

Under e fuori-quota: gli obblighi per la stagione 2019/20 nei Dilettanti

Deliberate le regole per l'utilizzo di giovani giocatori dalla Serie D alla Promozione

LEGNANO – Diciamoci la verità fino in fondo, far giocare i giovani è un dovere verso il calcio italiano, perchè poi altrimenti non lamentiamoci che il nostro movimento non è capace di qualificarsi a un mondiale…

E invece tante e troppe volte, sui campi dei Dilettanti, si sente lamentarsi e a volte imprecare sulla regola degli under obbligatori da schierare, degli incastri che bisogna fare, della difficoltà nel reperirne buoni e che il giovane non è affidabile ecc. ecc. Allora chiediamoci se un giovane non gioca in queste categorie come trampolino di lancio, quando spiccherà il volo nelle superiori?

Le squadre devono essere mixate con elementi esperti che aiutino questi ragazzi e a crescere per il bene nazionale. Per questo motivo ha fatto bene la LND a fissare gli under ed i fuori-quota per la stagione calcistica del 2019/20.

Il Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti infatti nella riunione del 19 dicembre scorso, ha deliberato sugli obblighi minimi di partecipazione dei calciatori, in relazione all’età, per la prossima stagione sportiva, per i campionati di Serie D, Eccellenza e Promozione.

Ecco lo specchietto riepilogativo:

Stagione Sportiva 2019/2020 – impiego giovani calciatori

Serie D – nato da 1/1/1999 (n° 1), 1/1/2000 (n° 2), 1/1/2001 (n° 1)
Eccellenza – nato da 1/1/2000 (n° 2), 1/1/2001 (n° 1)
Promozione – nato da 1/1/2000 (n° 2), 1/1/2001 (n° 1)

Le Società hanno l’obbligo di rispettare, sin dall’inizio e per l’intera durata delle gare (ed anche nei casi di sostituzioni successive) la disposizione minima di impiego dei calciatori indicata nella precedente tabella. Restano esclusi i casi di espulsione dal campo e, qualora siano già state effettuate tutte le sostituzioni consentite, anche quelli di infortunio dei calciatori interessati.

I Comitati Regionali, previa approvazione da parte del Consiglio di Presidenza della LND (e fatta salva l’applicazione minima della norma stessa), potranno comunque prevedere, per i rispettivi Campionati di Eccellenza e di Promozione, disposizioni aggiuntive, sempre che non venga superato il contingente complessivo di tre calciatori, anche nel caso di eventuale introduzione di un numero di calciatori cosiddetti ‘fidelizzati’, pari o superiore a una unità, nel Campionato di Eccellenza.

L’inosservanza delle disposizioni LND in merito all’uso dei giovani calciatori sarà punita con la sanzione sportiva della perdita della gara (art. 17, comma 5 del Codice di Giustizia Sportiva).

Nelle gare dell’attività ufficiale organizzata direttamente dalla LND, che si svolgeranno in ambito nazionale nella Stagione Sportiva 2019/20 (Fase Nazionale della Coppa Italia; gare spareggio–promozione fra le seconde classificate del Campionato di Eccellenza per l’ammissione al campionato nazionale Serie D, ivi comprese – in quest’ultimo caso – quelle che si svolgono fra squadre appartenenti allo stesso Comitato Regionale), dovrà essere osservato unicamente l’obbligo minimo riferito ai Campionati di Eccellenza.

Il Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti ha anche deliberato in ordine alla facoltà di impiego dei calciatori “fuori quota” ammessi a partecipare al Campionato Nazionale Juniores Under 19, al Campionato Regionale Juniores Under 19 e al Campionato Provinciale Juniores Under 19 della Stagione Sportiva 2019/20:

Stagione Sportiva 2019/2020 – impiego calciatori “fuori quota”

Juniores Nazionale U19 – nato da 1/1/2000 (n° 2), senza limiti di età (n° 1)
Juniores Regionale U19 – nato da 1/1/2000 (n° 3)
Juniores Provinciale U19 – nato da 1/1/1999 (n° 4)