Quantcast

L’ “artiglieria” dei Lilla di Mister Fiorito

Verso il "derby" Castellanzese-Legnano

LEGNANO – E’ la settimana che ci porta alla partita di domenica a Castellanza, con tante attese per i tifosi Lilla e sicuramente sarà una partita con contenuti interessanti al Provasi con il confronto tra due Allenatori preparati come Roncari, padrone di casa e Fiorito, ospite per questa vicinissima trasferta.

Una gara che potrebbe essere equilibrata e magari decisa dagli episodi. Ormai nel calcio tecnica, fisicità e importanza delle palle inattive hanno un loro peso specifico.

Nelle palle inattive il Legnano può muovere le sue “torri” ma come si è visto anche nella partita contro l’Ardor Lazzate, tiri da fuori e punizioni, in un gioco molto tattico quale è diventato quello del calcio in questi anni, non hanno mai perso la loro rilevanza.

Sicuramente l’aspetto puramente tecnico sulle palle inattive è determinante – spiega Mister Fioritonoi possiamo prepararci sugli angoli e le punizioni giocate in area, ma se uno ha poi pure un giocatore tecnicamente bravo a mettere la palla in area, con il giusto tempo e la forza necessaria, calibrando bene dove collocare la palla, è chiaro che lo schema studiato ha decisamente una possibilità in più di riuscire, anche se non è mai detto che fai gol per forza“.

Se non hai un giocatore tecnico che mette la palla dove programmato, è chiaro che tutto lo schema e il movimento rischia di non riuscire, perciò sulle palle dirette a maggior ragione se hai i giocatori con il piede che sa mettere la palla dove vogliono, allora ogni punizione dal limite può essere un pericolo per il portiere avversario. Tutto dipende dalla qualità tecnica del giocatore, noi possiamo anche provarle più volte, far calciare è e resta sempre la cosa fondamentale negli allenamenti, ma avere queste doti tecniche individuali innate indubbiamente aiuta in partita nel momento decisivo in cui capita quel fondamentale“.