Quantcast

Lavagna tattica, ai Knights manca continuità di rendimento

A 10 giornate dalla fine la salvezza sembra quasi una chimera

LEGNANO – Questa settimana più che di tecnica e tattica vogliamo parlare un po di continuità di rendimento che molti elementi dei Knights quest’anno non hanno mai trovato, almeno fino ad oggi.

Vista la delicata posizione di classifica ci si aspettava un maggiore apporto un pò spalmato su tutto il roster. Escludendo giocatori come Raffa e Thomas che sono indubbiamente i giocatori “faro” di questa squadra, ci vorrebbe una sorta di “quinto elemento” in grado di supportare il trio Thomas-Raffa -Bortolani e capitan Ferri, a cui non si può chiedere di più visti anche i suoi 35 anni.

Il terzetto sopra citato nelle ultime gare viaggia con un “fatturato totale” che è circa il 70 – 80 % dei punti messi a referto, ma non è solo una questione di punti ma di tante altre voci che non rientrano nello score ma che risultano fondamentali nell’economia di una squadra come il Legnano che disputa un campionato di Lega 2 dove mai come quest’anno l’equilibrio regna sovrano.

I vari Serpilli, BianchiBozzetto e Corti si sono rilevati giocatori non adatti ad un campionato in cui i Knights hanno bisogno di altro e non dei classici giocatori da sistema. Dipende proprio dalla crescita di questi elementi la difficile rincorsa ad una salvezza che a 10 giornate dalla fine sembra quasi una chimera, con Siena avanti 7 punti in classifica, al momento fuori dalla zona playout.