Quantcast

I Lilla di Mister Fiorito al “derby” con la Castellanzese

Verso il "derby" Castellanzese-Legnano - Parla l'allenatore lilla Giuseppe Fiorito

LEGNANO – Il Legnano di Mister Beppe Fiorito domenica 24 febbraio dalla Castellanzese per una partita molto sentita, un “derby” che carica di interesse questo campionato d’Eccellenza 2018/2019.

Sport Legnano ha intervistato l’allenatore lilla a poche ore dalla gara.

Mister Fiorito che novità ci sono in casa lilla?

Purtroppo il nostro Davide Mazzini deve stare fuori almeno un paio settimane, ancora non sappiamo quando potrà riprendere con la squadra, spero tra 3 settimane di averlo almeno in allenamento, e usarlo dalla quarta in poi. Non c’ è una data certa, la situazione al ginocchio impedisce di allenarsi e provoca dolore. Balconi è ancora infortunato, e Crea ha piccolo problema da valutare“.

Come vede la Castellanzese?

Occorre complimentarsi con la Castellanzese: Mister Roncari lo conosco, ci siamo incontrati 3/4 volte sui campi, le nostre squadre hanno giocato 7 /8 anni fa. Le sue squadre sono sempre molto preparate e Fiorenzo è un Signor Allenatore, con le sue squadre sempre ben messe in campo, parliamo di una Castellanzese con 50 punti! Ha dimostrato in questi mesi la Castellanzese di essere la squadra più continua rispetto le altre e se è così in tutte le gare, vuol dire che ha tanta qualità; ci sta credendo in questo campionato, sono in un momento positivo di risultati e di testa.

Che gara si aspetta?

“Un gara complicata e difficile, però noi stiamo bene, abbiamo fatto in 6 gare 14 punti, abbiamo una squadra in salute e in fiducia, non abbiamo nessun problema dal punto di vista della tecnica e mentale, quindi andiamo a giocarci gara viso aperto la nostra partita, cercando di limitare i loro punti di forza e poi giocarci la gara. Mi dispiace non avere ragazzi come Mazzini e Balconi e vedere Crea acciaccato”.

Mister, i Lilla sono prossimi a un trittico duro…

E’ un trittico ravvicinato con il recupero mercoledì dall’Alcione e poi il Busto 81 da noi. Per noi ci sarà da gestire bene alcuni reparti purtroppo in questo momento specie davanti facciamo fatica a livello numerico, cercherò di dare un turno di riposo a qualcuno per avere la squadra più in salute su tutte e tre gare, trovare i giusti equilibri in campo con le caratteristiche a disposizione. E’ chiaro poi che quando ruoti i giocatori o ti devi privare di qualcuno, si deve fare un lavoro importante per mantenere la propria identità ma sono sicuro al di là delle rotazioni che dovrò fare in tre gare, che chi andrà in campo, sarà sempre all’altezza e darà il massimo poi l’identità e lo sviluppo del gioco quando hai 11 elementi che giocano insieme con più continuità è chiaro che è acquisita in un certo modo, quando cambi poi bisogna necessariamente avere un attimo assestamento nella fase iniziale, ma sono sereno e tranquillo. A parte gli infortuni, ho una rosa omogenea, a Sesto Calende non dimentichiamocelo abbiamo giocato senza Ortolani, Nasali e Mazzini e con giovani come Curci, Miculi, Bianchi e Borghi: la rosa c’è, dobbiamo sicuramente metterla in condizione di rendere al massimo. Affrontiamo tre squadre molto organizzate, non sarà facile, preferirei giocarmela con più calma e avere tempo per preparamela ciascuna gara ma con un giorno a disposizione devi fare di necessità virtù con tempi ristretti Infatti bisogna recuperare lo stress non solo fisico ma anche mentale perchè non è facile fare nemmeno per i professionisti 90 minuti ogni tre giorni al massimo della concentrazione. In rosa abbiamo però giocatori di qualità e tolti Capitan Foglio e Nasali che sono i più esperti, siamo una squadra giovane e che darà sempre il massimo“.

Leggi anche lì’intervista all’allenatore della Castellanzese Fiorenzo Roncari QUI >>