Quantcast

San Vittore Olona, c’era una volta la Tensostruttura

L'incredibile situazione della struttura sportiva sanvittorese

Più informazioni su

SAN VITTORE OLONA –  La tensostruttura continua ad essere un’incognita imbarazzante, una vera e propria storia infinita.

Riepilogo degli ultimi anni di Amministrazione Vercesi con l’Assessorato allo Sport in capo al dott. Arch. Paolo Salmoiraghi.

Cronistoria in breve:

Anno 2016 presso il Centro Malerba e il Campo di via Roma : problemi con i contatori di gas e luce, a farne le spese sono i cittadini e le associazioni frequentanti i due centri sportivi.

Anno 2017:mancata pianificazione delle manutenzioni e sostituzione di alcuni componenti della caldaia…. a farne le spese sono i cittadini e le associazioni frequentanti il Centro Malerba.

Anno 2018: è l’anno del Paternariato Pubblico Privato, della nuova pista di atletica e della nuova pavimentazione della tensostruttura con messa a norma degli spogliatoi annessi e l’adeguamento secondo i termini di legge dell’impianto anticendio….. La pista di atletica non ha registrato intoppi mentre del paternariato pubblico privato non abbiamo notizie Una su tre ce la fa! Siamo Comune Europeo dello Sport, sono cose che capitano.

A proposito di tensostrutttura….

A febbraio 2018 gli assessori Marco Zerboni e il dott. Arch. Paolo Salmoiraghi annunciavano il cambiamento e la grande idea di porre finalmente mano alla tensostruttura! Si avviano le procedure per la manifestazione d’interesse relativa alla nuova pavimentazione mediante l’utilizzo  di denaro proveniente dagli spazi finanziari.

Ideona “lungimirante” che comunque avrebbe potuto avvenire  anche tempo prima, ma non è il caso di polemizzare.

E’ ormai noto che le tempistiche e la pianificazione non fanno parte di questa amministrazione, in particolare la programmazione in capo ad alcuni assessorati.

Agosto 2018 i due lungimiranti assessori si lodavano per l’ottimo lavoro, pubblicando foto di fine lavori e dichiarando ogni cantiere del Centro Sportivo Malerba chiuso!  Bene, finalmente le società, avrebbero potuto rincominciare le loro attività di allenamento all’interno della tensostruttra, costata poco più di 70 mila euro. Sempre nel mese di agosto 2018  l’assessore Zerboni e l’assessore Salmoiraghi, si complimentavano con gli uffici comunali per l’ottimo lavoro svolto. Bene, quindi la collaborazione tra uffici è stata efficace e risolutoria.

Quindi vi starete domandando se  tutte le società sportive che accedono al Centro Malerba, dall’inizio di settembre si allenano presso la tensostruttura?  Ecco la beffa!

Ricordiamo che la tensostruttura è utilizzata dalla Società di Atletica, Tennis, Basket e Pattinaggio a rotelle. Tutte realtà di spicco, che vantano atleti meritevoli e giovani promesse nelle varie discipline.

Attenzione, perchè nel mese di novembre 2018, il nuovo gestore disperato dall’incresciosa situazione trascinatasi nel tempo, avvisa i propri utenti che è impossibilitato a garantire il rispetto delle condizioni minime ottimali di utilizzo degli impianti di via Roma e del Centro Malerba. Le motivazioni consistono nella mancanza di acqua calda, nella mancanza di riscaldamento e nell’accensione parziale degli impianti elettrici.

Il Comune risulta essere  inadempiente anche per  i minimi servizi necessari. Di tutto punto l’amministrazione Comunale,offesa, risponde additando il personale degli uffici comunali, negando e scaricando ogni tipo di responsabilità!

Ma come,  prima lodi i tuoi collaboratori e poi li accusi del mancato svolgimento delle funzioni? Nel giro di una decina di giorni la caldaia e gli impianti elettrici tornano ad essere funzionanti al 100%!

Ma la tensostruttura? No quella no, Vietato entrare! La pavimentazione si è sollevata e quindi non è agibile.

Esattamente un anno dopo la manifestazione di interesse, ci domandiamo a che punto siano i lavori. Le associazioni hanno ripreso le normali attività? Vi sono associazioni che sono state obbligate ad allenarsi fuori sede, pagando di tasca propria le trasferte? Avranno tutte diritto ad un rimborso? Oppure si pensa a delle agevolazioni? Le associazioni sportive hanno risentito di tutti questi disagi in termine di numero di iscritti? E in termine di soddisfazioni-utente?

A onor del vero siamo a conoscenza del fatto che alcune associazioni si stiano tutt’ora allenando fuori sede con tutte le problematiche che ne conseguono (trasferimenti, spese carburante, spese affitto, adeguamento ad orari non confortevoli, calo drastico degli iscritti ecc) . La situazione è drammaticamente in stallo! Pare che la tensostruttura abbia ancora dei problemi dovuti alla verniciatura del parquet, pare che gli spogliatoi annessi comunque non siano agibili per il deposito dei materiali…insomma pare tutto e pare niente! Non c’è chiarezza. I cittadini si sentono presi in giro, non ci sono aggiornamenti, così come la data di fine lavori che viene continuamente posticipata. Insomma le informazioni non sono trasparenti nemmeno per le associazioni interessate che devono pianificare le attività.  E’ ora che l’Amministrazione Comunale renda conto e comunichi in maniera trasparente. San Vittore Olona e lo sport non meritano questo trattamento!

C’era una volta la tensostruttura a San Vittore Olona, Comune Europeo dello Sport.

Avv. Roberto Morlacchi

Segretario Lega Sez.San Vittore Olona – Consigliere Comunale

Più informazioni su