Quantcast

Un Legnano che non molla mai foto video

Inconsueta ma prestigiosa cornice per la conferenza stampa nel dopo gara di Legnano-Ardor Lazzate

LEGNANO – La conferenza stampa di fine gara, svoltasi per la prima volta nella cornice della concessionaria Autocentauro, sponsor del team lilla, del Legnano dopo la vittoria contro l’Ardor Lazzate ci porta alla partitissima di domenica con il “derby” con la Castellanzese.

E’ un Gran Prix importante quello della fuori serie lilla e il pilota dell’ammiraglia, il Presidente Giovanni Munafò spiega con orgoglio: “Sapevamo che con l’Ardor sarebbe stata dura, ma l’atteggiamento dei ragazzi che hanno dato il 100% ci fa ben sperare per arrivare al meglio anche a domenica prossima perchè vogliamo arrivare il più in alto possibile in funzione playoff“.

Mister Fiorito ha elogiato la duttilità tattica della squadra: “Dopo aver perso Mazzini, non potevamo ricercare la profondità, sono stati bravi Giardino, Crea ed Amelotti a muoversi tra le linee non dando punti di riferimento e come avevo chiesto alla squadra con pazienza e intelligenza abbiamo saputo riadattarci a quello che era successo con un ottimo lavoro da parte di tutti“.

Dopo Presidente e Mister, la parola è passata ai protagonisti, presenti questa volta in gran numero in sala stampa.

E’ stata una gara equilibrata nel primo tempo, ben combattuta e sono contento per la vittoria della squadra” dice il numero 10 Crea autore del gol della vittoria.

Capitan Foglio sa che non bisogna mai mollare e che presto quello che si merita arriva in una partita: “In questo Campionato d’Eccellenza ogni gara è difficile, noi ci teniamo a vincere e fare del nostro meglio e ora ci prepareremo bene per l’importante gara di domenica“.

Questo è un Legnano che non trascura nessun particolare, sentiamo Bianchi: “Palle inattive e tiri da fuori sono sempre soluzioni che prepariamo con grande attenzione con il nostro Mister in allenamenti molto puntuali“.

Con il tiro ci ha provato diverse volte Amelotti: “E’ sempre stata un po’ una mia prerogativa provare a tirare da fuori, d’altronde quando trovi squadre chiuse bisogna provarle tutte e alla fine ci siamo riusciti“.

Provasio ha fatto un grande lavoro di smistamento dei palloni: “Andiamo a giocarci a Castellanza la nostra partita senza paura ma per dare il massimo“.

In questo Legnano sono anche i giovani a convincere con Miculi, autore di una prova sontuosa: “Per me che sono cresciuto in una squadra dell’oratorio [ndr l’Oltresempione] è un onore essere arrivato a vestire la maglia del Legnano e giocare allo stadio Mari. E’ una grande avventura che speriamo vada come tutti vogliamo“.

Dai Vice Presidenti Cannalire e Tomasich al Ds Salese che hanno assistito alla conferenza in concessionaria, la convinzione che questo Legnano è più che mai in pista e vuole partire in pole position per l’obiettivo che vuole regalare ai suoi tifosi.