Quantcast

Unet E-Work Busto Arsizio fuori dalla Coppa Italia foto

Finali Samsung Galaxy A Coppa Italia: Igor Gorgonzola Novara prima finalista

VERONA – La Igor Gorgonzola Novara è la prima finalista delle Finali Samsung Galaxy A Coppa Italia di Serie A1 Femminile. All’AGSM Forum di Verona, le azzurre di Massimo Barbolini si impongono per 3-0 sulla Unet E-Work Busto Arsizio e potranno così difendere il titolo conquistato dodici mesi fa a Bologna e scrivere per la terza volta il proprio nome nell’albo d’oro della competizione.

Domenica, alle 18.00, le piemontesi affronteranno la vincitrice della seconda semifinale tra Savino Del Bene Scandicci e Imoco Volley Conegliano. Le farfalle mettono la testa avanti al principio di tutti e tre i set, ma poi non riescono a reggere l’onda d’urto rappresentata da Bartsch ed Egonu, migliori realizzatrici rispettivamente con 22 e 21 punti, e devono arrendersi alle novaresi.

Nel prepartita l’emozionante esecuzione del Coro dell’Arena di Verona, diretto da Vito Lombardi, che eleva il pathos in campo e sulle tribune. Due enormi palloni, a cui è appesa l’effige delle squadre, fanno da sfondo allo schieramento in campo.

La Igor Gorgonzola Novara si schiera con Carlini in palleggio, Egonu opposto, Chirichella e Veljkovic centrali, Bartsch-Hackley e Plak schiacciatrici e Sansonna libero. Risponde la Unet E-Work Busto Arsizio con Orro in regia, Grobelna opposto, Bonifacio e Samadan al centro, Herbots e Gennari schiacciatrici e Leonardi con la maglia del libero.

A firmare il primo break della partita è Paola Egonu, che porta la Igor sul 3-1; le novaresi allungano fino al 5-2, ma Busto Arsizio spinge al servizio con Herbots e ribalta il risultato grazie a 3 punti di Gennari (5-7). Novara pareggia sul 9-9 con Plak e il punto a punto prosegue fino al 14-14, quando la squadra di Barbolini piazza un nuovo break di 3-0 firmato da Bartsch ed Egonu, che convince Mencarelli a chiamare il time out. Sul 19-15 il coach bustocco prova a inserire Meijners per Grobelna; la UYBA riesce a riavvicinarsi (20-18, 22-21) ma un attacco di Egonu e un muro di Bartsch regalano tre set point all’Igor, che chiude al secondo tentativo con la stessa Bartsch per il 25-22.

Il secondo set inizia sul filo dell’equilibrio, con tentativi di fuga da una parte e dall’altra (2-4, 8-6). Novara prova ancora a scappare sul 12-10 con un ace di Bartsch, ma viene subito raggiunta e superata da Bonifacio. Due muri consecutivi di Bartsch e Chirichella regalano alle novaresi il nuovo break del 17-15 e stavolta Busto Arsizio non riesce a rientrare: sul servizio di Zannoni l’Igor incrementa anzi il bottino (20-16). La Unet E-Work non molla, ma Veljkovic tiene avanti le piemontesi (22-19) ed Egonu realizza l’ace che mette a fine al set sul 25-21.

In avvio di terzo set Busto Arsizio recupera dal 3-1 al 3-5 grazie a Grobelna, ma la Igor risponde con un controbreak di 7-0, con la scatenata Bartsch sempre sugli scudi. Mencarelli prova di nuovo a inserire Meijners, Novara però non si lascia avvicinare (12-7) e resta saldamente avanti fino al 16-10 firmato da Veljkovic. La Unet E-Work tenta una disperata rimonta sulla battuta di Herbots (18-15) ma non basta: è ancora Bartsch a murare per il 21-16, poi il servizio out di Gennari regala 5 match point e Veljkovic realizza l’ace del definitivo 25-19 in favore della Igor Gorgonzola Novara.

IGOR GORGONZOLA NOVARA – UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO 3-0
(25-22 25-21 25-19)

IGOR GORGONZOLA NOVARA: Bartsch 22, Veljkovic 6, Egonu 21, Plak 7, Chirichella 4, Carlini 2, Sansonna (L), Piccinini 1, Zannoni 1. Non entrate: Bici, Stufi, Nizetich, Camera.
Allenatore: Barbolini.
UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Gennari 5, Samadan 4, Orro 1, Herbots 13, Bonifacio 9, Grobelna 8, Leonardi (L), Meijners 4, Berti 1, Botezat. Non entrate: Piani, Cumino, Peruzzo.
Allenatore: Mencarelli.
ARBITRI: Florian, Frapiccini.
NOTE – Spettatori: 3327, Durata set: 26′, 28′, 27′; Tot: 81′.