Quantcast

EDITORIALE: Porte non regolamentari, ma anche i tifosi non scherzano

In un video i commenti osceni di alcuni supporter varesini

VIGGIU’ –  Porte non regolamentari e campo di patate. Questo derby fra Varese e Legnano sarà ricordato per diverso tempo come la peggior pagina di sport messa in atto della società varesina  (ammesso ce ne sia ancora una).

Varese-Legnano

Il campo non è quello del Franco Ossola, stadio ormai lasciato a marcire senza acqua e luce da una gestione parrocchiale. Si sceglie per grazia di ricevuta di giocare a Viggiù in un campo non regolamentare.

Le porte sono più basse, manco si giocasse una gara fra Pulcini delle due squadre e non un match determinante (almeno per i lilla).

Nel video postato da VARESESPORT, i commenti di alcuni suppporter biancorossi che sfottono i giocatori lilla, rei di aver chiesto u intervento sulla regolarità dell’incontro.

Non sono i famigerati ultras a parlare….sono i tifosi della tribuna. Secondo questa gente bisognava giocare anche se il portiere alzando il braccio bypassava la traversa di una spanna.

Ci chiediamo se siano gli stessi tifosi che non hanno battuto ciglio quando, stranamente, il Varese non è sceso in campo con Varesina e Fenegrò, rivali dei lilla. In questo caso falsare il campionato regalando il 3-0 non era una irregolarità? 

Siamo allibiti nell’ascoltare commenti da osteria del porto con parolacce ai giocatori lilla per aver chiesto quanto il regolamento a loro consentiva chiedere.

E puntualizziamo: solo alcuni tifosi. Quelli veri, quelli del Varese calcio vero, se ne sono stati a casa.

A loro lo scempio in atto verso una storia calcistica autentica, non può e non deve appartenere.