Quantcast

Folgore e Cas si dividono la posta

Finisce in parità lo scontro diretto in vetta alla classifica, verdetti rimandati

 

MAGNAGO (VA) – Giovedì 28 febbraio, a Magnago va in scena il recupero della diciannovesima giornata del campionato di prima categoria. Uno scontro diretto al vertice che potrebbe permettere al Cas Sacconago di allungare considerevolmente in classifica e staccare le inseguitrici.

Mister Colombo, complici squalifiche e infortuni, cambia interpreti e sistema di gioco per la sua Folgore Legnano. 4-4-2 con Bertuola tra i pali, Panozzo, Monti, Corizzo e Castellotti in difesa, linea di centrocampo composta da Favareto, Moretta, Russo e Ciocia, tandem offensivo Bertola e Gazzardi. Subentrano a partita in corso Scandroglio, Catalano e Brun. A disposizione Colombo A., Gadda, Chiodini, Ristori e Gagliardi.

Fischio d’inizio alle 20.45 con una bella cornice di pubblico, tanti i giocatori di altre squadre del girone giunti a osservare questo match di cartello. La Folgore inizia subito arrembante e prende il controllo della partita nei primi minuti, la prima occasione capita sui piedi di Bertola che conclude a lato dopo una combinazione al limite dell’area con Gazzardi.

A legittimare il predominio ci pensa Favareto, il numero 4 decide di inventare il gol dell’anno pescando una conclusione mancina da oltre trenta metri. Palla che rimbalza, conclusione potente di collo pieno e portiere scavalcato, 1-0 il parziale.

Appena trovato il vantaggio i legnanesi abbassano il baricentro lasciando agli avversari il pallino del gioco. Il Cas inizia a costruire occasioni e si insedia stabilmente nella meta campo offensiva trovando un palo clamoroso sugli sviluppi di una palla inattiva.

Un’altra occasione succulenta viene sventata da Bertuola che blocca abilmente una conclusione da posizione ravvicinata. A pochi minuti dall’intervallo è però la squadra di mister Colombo a sfiorare il raddoppio, Gazzardi svetta e trova una spettacolare parata del portiere su un ottimo colpo di testa.

Dopo l’intervallo gli ospiti continuano a spingere e trovano il meritato pareggio, palla recuperata da Nardone a centrocampo e verticalizzazione che trova impreparata la difesa di casa. Il bomber in blu si infila fra i due centrali e batte Bertuola in uscita, risultato di nuovo in equilibrio.

Dopo il gol dell’1-1 i padroni di casa tornano in partita e cercano piano piano di riprendere il controllo del match creando altre due occasioni da gol, prima Gazzardi viene fermato in extremis dal portiere, poi è Catalano a seminare il panico in area di rigore, il bomber grigio-rosso ci mette pochi minuti ad entrare in partita, salta qualche difensore e conclude a lato.

Da segnalare il cartellino rosso sventolato in faccia a Ristori, espulsione diretta per proteste dalla panchina.

Triplice fischio e pareggio giusto, le squadre si dividono la posta dopo aver giocato una buona partita, diverse occasioni da gol, portieri sugli scudi e partita maschia senza scorrettezze. La Folgore merita in avvio e conclude in proiezione offensiva, il Cas domina la fase centrale del match. Peccato per una direzione di gara non assolutamente all’altezza del prestigio di questa sfida, tantissimi errori da entrambe le parti che hanno innervosito non poco i giocatori. Bravi i capitani delle due squadre a mantenere tranquilli i compagni.

Due domande per Russo, capitano della Folgore, prima del match: Due pareggi di fila, il secondo che fa un po’ più male del primo e piccola frenata dopo tante vittorie consecutive. Come si approccia oggi contro una squadra che cerca di scappare in classifica, considerando da dove viene la Folgore?

Non abbiamo niente da perdere, loro sono partiti per vincere il campionato e noi con altri obiettivi. Oggi ci troviamo in questa posizione in classifica e ci teniamo a onorarla dando il massimo in questa partita decisiva per entrambi”.

Questo è il ritorno, all’andata la Folgore ha giocato a Sacconago, oggi dovrebbe essere in casa ma non si gioca fra le solite mura amiche del Pino Cozzi. Chiaramente non si tratta di migliaia di spettatori con la bolgia di Anfield, ma può incidere il fatto di giocare in campo neutro?

Penso proprio di no, anche perché, se non sbaglio, il nostro trand in casa è peggiore rispetto a quello in trasferta. Probabilmente è dovuto anche al fatto che il terreno di gioco del Pino Cozzi è in condizioni pessime e penalizza i nostri giocatori di maggiore qualità. Secondo me non inciderà, inciderà solo la voglia che metteremo stasera per vincere la partita”.

Il punto per squadra rimanda i verdetti per il campionato alle prossime partite, la Folgore si trova ora al terzo posto in classifica con ancora una partita da recuperare. Appuntamento a questa domenica, trasferta a Vanzaghello.