Quantcast

La Castellanzese non molla

La squadra del Presidente Affetti continua a coltivare il suo sogno di Serie D

CASTELLANZA (VA) – Il successo di misura a Sesto Calende per la capolista Castellanzese è stato salutato con soddisfazione dalla società neroverde e con un’esultanza liberatrice a fine partita dalla squadra, che continua legittimamente a coltivare il suo sogno di Serie D con le migliori aspettative.

I ragazzi di Mister Roncari dopo le due inaspettate sconfitte con Legnano e Ardor Lazzate, hanno ripreso la loro marcia. A segno è andato ancora una volta il capocannoniere Gibellini. Ha segnato di testa già al 10′ del primo tempo, mettendo in cassaforte il risultato contro la Sestese dei tanti ex Lilla e confermando il suo grande momento in questa stagione, con 15 reti di cui 6 su rigore. Gibellini unica punta nel 4-2-3-1 di Mister Roncari, ha regalato la settima vittoria esterna alla propria squadra.

Su un campo che non esaltava la qualità tecniche dei giocatori Roncari, la Castellanzese è stata brava a trovare subito il guizzo con il suo bomber e poi a gestire l’incontro, con una dimostrazione di forza mentale importante in quella che dopo le due precedenti battute d’arresto era sicuramente una gara dove era vietato sbagliare.

Quella di Sesto è stata una partita difficile complicata anche da un terreno di gioco disastroso: abbiamo trovato il vantaggio con Gibellini su una grande giocata di D’Onofrio (ex lilla ndr). Conta aver fatto questi punti, abbiamo mantenuto un buon margine di distanza sul Legnano, che altrimenti rischiavamo di ritrovarci con il fiato sul collo. La squadra è stata brava, ha vinto con una prova di coraggio, che ci può dare ancora più forza e convinzione per il resto delle partite da disputare a cominciare dal prossimo turno” dice Mister Fiorenzo Roncari.

Dall’alto dei suoi 54 punti la Castellanzese domenica affronterà il Busto 81.

Contro la Sestese abbiamo ottenuto 3 punti importantissimi – aggiunge D’Onofrio, ex Legnano – ora andiamo avanti: arrivavamo da due sconfitte brutte, più con il Legnano, ma non ero preoccupato perchè anche dopo la battuta d’arresto con il Legnano, abbiamo avuto una reazione e a Lazzate abbiamo preso gol alla fine, dopo aver comunque avuto il giusto approccio che riproporremo anche domenica al Provasi contro il prossimo avversario in questo Campionato d’Eccellenza“.