Quantcast

I Lilla e la virtù dei forti

Mister Fiorito commenta il derby Varese-Legnano

LEGNANOGiacomo Leopardi era solito dire che la pazienza è la virtù dei forti e come dargli torto anche nel calcio di oggi quanto successo domenica a Viggiù.

Anzi i Lilla di Mister Fiorito hanno dato una grande dimostrazione di saldezza, di concentrazione, pazientando quasi per un tempo intero prima di poter scendere in campo e giocare la partita sul campo, l’unica che conta e che vale e regalandoci una grande vittoria.

Sicuramente – fa notare giustamente il Mister – non era semplice, il ritrovare tutte assieme al momento del calcio d’inizio della partita, quelle motivazioni, l’attenzione e la concentrazione, che sono sempre fondamentali per affrontare la gara. Pertanto va dato grande merito per questo tipo di fondamentale messo in pratica a tutti i ragazzi, vanno elogiati per come hanno giocato attenti, concedendo il giusto a un buon Varese e noi abbiamo sfruttato occasioni create, anche se potevamo realizzare pure qualche cosa in più specie nella parte finale del secondo tempo“.

Nel vissuto del Legnano, la partita di Viggiù con tutto quello che è accaduto, ne siamo certi avrà un peso specifico importante da qui in avanti, avendo confermato una compattezza alla quale anche il Varese ha dovuto inchinarsi pur essendo reduce da un positivo turno di Coppa Italia.

E’ stata una partita importante anche sotto il profilo della maturazione dei più giovani, c’è crescita da parte di tutti e una consapevolezza nella forza della squadra, che spero continui a crescere e agevolare la maturazione di questo tipo di convinzione. Poi se riusciamo a raggiungere pure un po’ più di qualità nel gioco sarebbe anche il top, ma ieri a Viggiù onestamente il campo era inguardabile anche per i nostri avversari. Noi dobbiamo cercare di raggiungere il massimo della prestazione sia di squadra sia a livello individuale, ci manca qualcosina per essere ‘più efficaci’, un po’ ‘più belli’ anche se questa non è la parola esatta“.

Noi – termina l’Allenatore del Legnanoabbiamo un modo di giocare che alle squadre avversarie è solito dare molto fastidio, dobbiamo cercare però di migliorare il nostro gioco: questo sarà da qui in avanti il nostro secondo obiettivo, dal momento che il primo, quello di dare solidità, convinzione e autostima, ora ce l’abbiamo e pure se in alcuni tratti della partita siamo caratterizzati anche da un buon gioco, dobbiamo aumentare il minutaggio per quanto riguarda questa componente“.

Domenica prossima il Legnano affronterà al Mari il Mariano dell’ex lilla e legnanese Mister Massimo Rovellini.