Lo Speroni riabbraccia la Pro Patria

I Tigrotti ospitano i toscani dell'Arezzo

BUSTO ARSIZIO – Questo pomeriggio calcio d’inizio alle 14.30 e finalmente lo Speroni torna ad ospitare una partita della Pro Patria.

I Tigrotti mancano in casa dal 24 febbraio, 2 a 0 all’Albissola nella giornata del centenario, poi tre trasferte e tre sconfitte intervallate dallo stop forzato del 16 marzo quando si doveva giocare in casa contro il Pro Piacenza e la partita è stata vinta a tavolino dopo la radiazione degli emiliani.

Tornare a giocare in casa oggi rappresenta la giusta carica per la Pro Patria con Mister Javorcic che dice in conferenza: “Le nostre prestazioni sono in linea, non c’è stato un rilassamento, è normale che capiti un periodo di brillantezza o meno a qualsiasi squadra. Non siamo al massimo dell’organico e qualcosa si lascia anche per gli episodi, potendo capitare anche degli episodi sfavorevoli che non hanno però impedito a un gruppo serio come questo di continuare a lavorare“.

Noi stiamo facendo un campionato fantastico, i periodi di flessione ci stanno per tutti, forse abbiamo pagato qualcosa: anche nelle sconfitte che abbiamo subito, potevamo raccogliere qualche punto in più“.

All’andata finì 1 a 1 ad Arezzo, allora primo in classifica, con il rigore fallito da Le Noci che poteva consegnare la vittoria alla Pro Patria: “Lo stesso Arezzo a livello di risultati di recente ha pagato qualcosa come noi: è abbastanza relativo il paragone con l’andata perciò la gara va letta nel contesto di questa settimana, dal momento che stiamo vivendo. Dobbiamo un po’ stringere i denti: non dimentichiamoci che quando abbiamo fatto un buon filotto di risultati, questo è accaduto perchè avevamo tutti a disposizione. Non lo abbiamo mai fatto divenire un alibi ma è chiaro che ciò abbia un peso specifico che incide sulla squadra“.

Probabile formazione: Tornaghi; Battistini, Zaro, Marcone; Mora, Colombo, Fietta, Ghioldi, Galli; Parker, Le Noci.