Il Museo Fratelli Cozzi aperto per le Giornate di Primavera del FAI

Il FAI si impegna da oltre 40 anni per la cura, la tutela e la valorizzazione dei luoghi e delle storie che rendono unico il nostro Paese

LEGNANO – Motivo di grande orgoglio per il Museo Fratelli Cozzi essere uno dei beni culturali italiani al pubblico in occasione della 27° edizione delle Giornate di Primavera del FAI, in calendario sabato 23 e domenica 24 marzo.

Il Museo, unico bene della città di Legnano ad essere presente in questa edizione delle Giornate del Fai, è nato nel 2015 dalla collezione privata di Pietro Cozzi e oggi rappresenta un sodalizio speciale fra il mondo dell’auto e del design.

Il Museo Fratelli Cozzi accoglie oltre 50 Alfa Romeo corredate dalle grafiche originali e materiali unici. In uno spazio essenziale nella forma ed esclusivo nei dettagli, brillano le carrozzerie multicolori di un marchio icona del Made in Italy. La collezione è composta da un esemplare per ogni modello prodotto da Alfa Romeo, dal 1950 ai giorni nostri, scelto tra l’allestimento più performante o interessante ai fini del collezionismo. Due i pezzi unici al mondo.

Insieme alle auto, vengono conservati oltre 300 poster e centinaia di fotografie, libri e riviste, depliant e libretti d’uso, trofei dedicati ai piloti (disegnati dai grandi artisti del ‘900 tra cui: Lucio Fontana, Giò Pomodoro, Agenore Fabbri, Bruno Munari…), oggetti d’arte e numerosi altri reperti.

Le automobili esposte, suddivise in berline, coupé e spider, rappresentano un patrimonio importante per la storia dell’automobile italiana e i documenti conservati nel Cozzi.Lab testimoniano il percorso commerciale, le tecniche di vendita e marketing dell’azienda che le ha vendute.

L’apertura del Museo sarà curata dalla Delegazione FAI di Milano Nord Ovest, le visite saranno accompagnate dagli “studenti ciceroni” degli istituti Carlo Dell’Acqua di Legnano e Maggiolini di Parabiago secondo gli orari indicati dal programma. Gli studenti faranno parte dei 40.000 Apprendisti Ciceroni©, studenti delle scuole secondarie di I e II grado di tutto il territorio nazionale che accompagneranno nelle visite dei luoghi aperti.

Un impegno che vede uniti scuole, famiglie e luoghi della cultura con l’intento di educare al rispetto e alla valorizzazione del patrimonio artistico e naturalistico attraverso una formula di partecipazione attiva, certamente uno dei modi più efficaci per risvegliare l’ impegno civile.

Sabato 23 alle ore 18,00 è inoltre previsto un evento speciale dedicato ai Soci e Amici del FAI che vedrà la partecipazione della fisarmonicista classica Lucia Picozzi.

Saranno 1.100 i luoghi aperti in 430 località italiane per le Giornate Fai di Primavera che, lo ricordiamo, sono una manifestazione nazionale dedicata alla riscoperta del patrimonio storico, artistico e culturale del nostro Paese. Inaugurate nel 1993 hanno visto la partecipazione di oltre 10 milioni di Italiani che hanno avuto l’opportunità di visitare oltre 12.000 luoghi in più di 5.000 località italiane.

Partecipare alle Giornate FAI di Primavera significa fare un gesto concreto a tutela del patrimonio d’arte e natura. A fronte di ogni visita effettuata i nostri volontari chiedono un contributo facoltativo – a partire da 2, 3 o 5€ – a sostegno di quella missione in cui il FAI si impegna da oltre 40 anni: la cura, la tutela e la valorizzazione dei luoghi e delle storie che rendono unico il nostro Paese”.

A tale accorato appello inviato dalle segreterie nazionali del FAI, aggiungiamo l’invito del Museo Fratelli Cozzi: “FAI IL MUSEO”, con la tua partecipazione e divulga la bellezza attraverso i social con gli hashtag ufficiali #MuseoFratelliCozzi #GiornateFAI #FondoAmbiente

Maggiori info su www.fondoambiente.it/luoghi/museo-fratelli-cozzi

Il programma

Sabato: 10:00 – 17:30 (ultimo ingresso 17:00)
Domenica: 10:00 – 18:00 (ultimo ingresso 17:30)
Contributo suggerito a partire da: € 3,00
Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell’orario di chiusura indicato